Cinema Cultura Redazione

Vortici v’invita al cinema…

lunedì, Ottobre 4, 2021
Vortici v’invita al cinema…

Vortici v’invita al cinema…

Vortici.it, questa settimana, vuole spronare i lettori a riprendere un’abitudine importante.

La cultura è il nutrimento dell’anima. Personalmente in questi due anni mi sono particolarmente mancati teatro e cinema!
Non appena è stato possibile farlo in totale sicurezza e a sale cinematografiche riaperte, si spera, definitivamente, domenica scorsa 26 Settembre, mi sono goduta la mia prima proiezione in sala dopo tanto tempo!
Parlo del nuovo nuovo film di Nanni Moretti. La trama, sintetizzata al massimo, per non svelarvi troppo è la seguente: siamo a Roma, a far da sfondo alle vicende raccontate, un palazzo, da qui il titolo: “Tre piani”.

A piano terra vivono Lucio e Sara hanno due carriere ben avviate e una figlia che di tanto in tanto è affidata ai vicini, Giovanna e Renato, che a modo loro compensano l’assenza genitoriale.

Al secondo abita Monica, che ha sposato Giorgio sempre fuori casa per lavoro, la quale ha partorito una bambina, Beatrice, completamente da sola. L’unica compagnia oltre la piccola, in assenza del marito, sembra essere un corvo nero che si accomoda su un tavolo.

All’ultimo piano dimorano da trent’anni Dora e Vittorio, due giudici inflessibili che hanno cresciuto il loro figlio Andrea, riversandogli da sempre, molte delle loro aspettative e che improvvisamente si ritrova sul banco degli imputati.

Tre piani, tre famiglie e la trama del quotidiano che logora la vita, rompe i legami, apre ferite. In generale, si consuma un dramma autentico di esistenze.

Tutto inizia da un incidente d’auto che nella notte travolge un passante e la macchina coinvolta si schianta contro il muro dello stabile, rovesciando i destini e mischiando i piani. L’interpretazione coinvolgente dei nostri attori, ne cito solo alcuni, (oltre allo stesso Moretti): Margherita Buy, Riccardo Scamarcio, Alba Rohrwacher, Adriano Giannini, ha fatto il resto.

È un film particolare, diverso dal solito. Il regista Nanni Moretti, non solo trova il coraggio di indagare profondamente l’animo umano, sotto ogni aspetto con pregi e difetti, ma la trama nella sua intensa drammaticità, proprio nell’ultima parte, ritrova quello spiraglio di luce, in grado d’infondere una nuova speranza dimostrandoci inoltre quanto sia importante il perdono.

Siamo tutti invitati a riflettere profondamente. Dopo un periodo difficilissimo, abbiamo l’opportunità di riconsiderare le priorità della nostra esistenza.

Da semplice spettatrice, questo è il messaggio che ne ho tratto.

Buona visione in sala, sosteniamo in presenza il cinema italiano!

 

* Occorre essere tutti responsabili! Abbiate cura di voi, dei vostri cari e dei vostri amici.

Annapaola Di Ienno

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi