Cultura Novità Editoriali

Un romanzo con i giovani per non vivere “in bianco e nero”

mercoledì, Gennaio 17, 2018
Un romanzo con i giovani per non vivere “in bianco e nero”
Quante volte ci siamo interrogati in questi ultimi anni su come relazionarci con chi è diverso da noi? Quanti dibattiti abbiamo visto in tv o letto sui giornali? E quante volte abbiamo partecipato a discussioni ed iniziative sul web e sui social? Probabilmente ci è accaduto non poche volte. Eppure forse una prospettiva dalla quale osservare e riflettere su questi temi e a cui poco si è pensato esiste: quella dei giovani, in particolare di quelli che normalmente chiamiamo “teenagers” o, se preferite, adolescenti. Milena Censori con il suo “in bianco e nero” (Lupi Editore), ci fa entrare nel piccolo microcosmo di una classe di adolescenti alle prese con uno shock improvviso che costringe tutti a riflettere su se stessi e sui propri rapporti con gli altri, per chiedersi poi se sia possibile vivere tutto in modo nuovo, allontanando pregiudizi e stereotipi. Quando, dopo aver letto il suo libro, Vortici.it l’ha incontrata, all’interno dell’Università di Pescara, luogo non pensato fin dall’inizio e non scelto per motivi di lavoro o studio, ma semplicemente per comodità, il luogo è sembrato subito quello ideale, perchè popolato dai giovani di varie culture e origini e dai loro docenti, in un incontro di generazioni da vivere come occasione di arricchimento reciproco: “I ragazzi – ci ha detto Milena – hanno una grande capacità di dialogare tra loro, parlarsi e, se necessario, perdonare”.
Proprio la diversità è alla base della sfida di cui, all’inizio del racconto, sono protagoniste la bianca e bionda Patty e la nera e mora Bea, due ragazze di una scuola americana, che però devono fare i conti con un fenomeno improvviso in seguito al quale, in tutto il mondo, i bianchi diventano neri e i neri bianchi. Il cambiamento è di quelli davvero epocali, uno shock che mette tutti a dura prova e che alimenta ancora di più, tra l’altro, la rivalità tra le due. Ma un altro evento vede ad un certo punto coinvolte entrambe le protagoniste, chiamate ad affrontare inevitabilmente insieme quanto capita loro. Il racconto si sviluppa in modo avvincente e ricco di colpi di scena, con un linguaggio moderno tipico dello stile comunicativo dei ragazzi di oggi e con un messaggio che non è per loro soltanto, ma è rivolto a tutti. A Milena Censori abbiamo chiesto alcune cose che la lettura del suo libro ci ha ispirato. Ascoltate dunque domande e risposte:
https://vorticimagazine.tumblr.com/post/169809633026
Ps: per sapere come avere una copia del libro, potete contattare Milena Censori direttamente sul suo profilo Facebook

Massimiliano Spiriticchio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Instagram @ Vortici
  • Ma le periferie esistono davvero? Forse qualcuno di voi, leggendo il titolo di quest’articolo, ha pensato che la risposta alla domanda in esso contenuta sia scontata. Molto spesso, in effetti, capita di vedere che, nelle nostre città, le zone sono ben distinte, tra quelle più ricche, sicure, colorate e quelle invece più degradate, che appaiono scolorite e povere. Leggi su vortici.it
  • Le giornate d'Autunno alla scoperta di un'Italia bellissima. Leggi su vortici.it
  • Il ruolo della luce nella medicina rigenerativa. Leggi su vortici.it
  • Immagine di Instagram
  • La scadenza del copyright e le sue bellissime conseguenze per gli autori del 900’
Per saperne di più:
http://vortici.it/la-scadenza-del-copyright-e-le-sue-bellissime-conseguenze-per-gli-autori-del-900/
  • Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Riscaldamento in casa con stufe a pellet? Sì, ma…
Per saperne di più:
http://vortici.it/riscaldamento-in-casa-con-stufe-a-pellet-si-ma/
  • Articolo su antitruffa
Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi