Cultura Musica Società Tecnologia

Un liutaio, una rete, cinque ragazzi speciali e quelle chitarre davvero “elettriche”…

mercoledì, Ottobre 30, 2019
Un liutaio, una rete, cinque ragazzi speciali e quelle chitarre davvero “elettriche”…

Incontro, condivisione, rete, laboratorio, possibilità di dare una propria interpretazione personale: sembra un elenco di concetti o parole chiave. Invece sono le esperienze che un gruppo di ragazzi ha potuto vivere a Pescara, grazie alla musica. Gli entusiasti giovani protagonisti di questa storia sono cinque persone con sindrome dello spettro autistico, che hanno costruito altrettante chitarre elettriche grazie ad un progetto realizzato con fondi messi a disposizione dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Il progetto, dal significativo titolo BottegaMente, è partito dall’Acsi, Associazione di Cultura, Sport e Tempo Libero in collaborazione con l’ospedale pediatrico Bambin Gesù. Da questa collaborazione ne è nata un’altra, a livello locale, in una sinergia positiva che ha messo insieme, tra gli altri, la Fondazione Paolo VI e l’Angsa Abruzzo, Associazione dei Genitori di Soggetti Autistici. Quella che ne è nata è una vera e propria rete, con la possibilità sia di far sì che soggetti autistici possano esprimere e coltivare competenze e talenti, sia di promuovere mestieri davvero dotati di grande originalità, ma che ora rischiano di non avere più interpreti che siano in grado di perpetuarne la durata e peculiarità artistica.

Basta ascoltare questi ragazzi con i loro racconti per accorgersi di quanto per loro quest’esperienza sia davvero importante e sorprendente:

 

Da queste parole e dal modo in cui sono state pronunciate traspaiono le emozioni forti, ma anche l’allegria e la capacità di stare insieme vissuti in questo progetto. La voce di una nostra collega, Alessandra Portinari, Presidente di Angsa Abruzzo, testimonia tutto ciò e racconta un mondo troppo spesso non raccontato, nel quale iniziative come questa portano qualcosa in più della già importantissima speranza:

 

Ma come si è sviluppata questa rete, che ha portato alla realizzazione di queste chitarre elettriche e al coinvolgimento di questi ragazzi? Come si è andati avanti a livello locale? Come si è dialogato tra vari livelli ed organizzazioni operative sul campo, ognuna con i suoi compiti e le sua caratteristiche? Lo ha spiegato, anche grazie al contributo di un ospite presente “con il cuore”, mons. Tommaso Valentinetti, arcivescovo di Pescara – Penne e, quindi, rappresentante della Fondazione Paolo VI:

 

A questo punto forse qualcuno di voi si chiederà: “Ma che clima si respirava all’interno del gruppo di lavoro?” La risposta a questa domanda è arrivata direttamente dal maestro liutaio Roberto Paol’Emilio:

 

Insomma: metti un maestro liutaio, sinergia positiva tra diverse realtà, cinque ragazzi davvero speciali e le chitarre diventano davvero, in tutti i sensi, elettriche… Ascoltare per credere…

 

 

 

Massimiliano Spiriticchio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Instagram @ Vortici
La risposta da Instagram ha restituito dati non validi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi