Cultura Libri Consigliati Novità Editoriali Novità In Libreria

Siamo Palermo, di Simonetta Hornby e Mimmo Cuticchio

lunedì, settembre 30, 2019
Siamo Palermo, di Simonetta Hornby e Mimmo Cuticchio

Ci sono libri che già dal titolo possono colpire in maniera particolare, spingendo inevitabilmente la propria curiosità, sia per la spontaneità con cui nascono sia per la capacità, a volte inconsapevole, di unire mondi e personalità differenti. Questa mia affermazione, non casuale, è data dal fatto che il libro che vi proponiamo questa volta è stato scritto, a mio avviso, da due persone molto speciali e preziose per la cultura italiana contemporanea. Parlo di Simonetta Agnello Hornby (che ho sempre seguito fin dal suo primo romanzo, regalatomi da una carissima amica e che custodisco gelosamente nella mia libreria) e Mimmo Cuticchio.

Simonetta e Mimmo si sono incontrati in anni recenti, ne è nata un’amicizia, un’intesa che ha fatto emergere una visione a due voci di Palermo, quando quest’ultima si fregiava e onorava del prestigioso titolo di Capitale italiana della Cultura 2018, promuovendo in quest’ambito eventi e manifestazioni culturali ad ampio raggio. È nato dunque, grazie a quest’occasione il romanzo: Siamo Palermo (Mondadori Editore), come a dire, prendendo in prestito una loro citazione: “siamo fatti della stessa pasta di cui è fatta questa città”.

I due autori in questo libro, raccontano e si raccontano, obbedendo al fascinoso labirinto che la storia e la memoria disegnano per loro. Ecco allora la Palermo della guerra, la Palermo vista dal mare e attraverso le trasparenze delle acque dolci e ancora, attraversavano la Palermo della ricostruzione selvaggia, la Palermo dei morti per mafia. Non mancano i vicoli della “munnizza”, i palazzi nobiliari, le statue del Serpotta, magnifiche e sensuali, le prostitute (la bionda Nicoletta che faceva sollevare le pietre sulle quali camminava), il cuntista che fa roteare la spada per impressionare il pubblico, le grandi figure della Chiesa che si sono schierate con i poveri e contro la mafia, le atmosfere di sangue degli anni Novanta, lo Spasimo e Palazzo Butera, Palazzo Branciforte, l’arte e le isole pedonali. Simonetta e Mimmo evocano, dunque, una città che guarda all’Europa, non solo in ragione della sua bellezza e delle sue contraddizioni, ma anche per il desiderio di futuro che tengono o meglio tendono ad esprimere le istituzioni e le nuove generazioni.

Le seguenti affermazioni bellissime attestano ancora meglio l’amore incondizionato che nutrono entrambi per questa splendida città:

«Vedo e sento, e in quel sentire c’è il mio viaggio dentro il mondo, dato che Palermo, in quel caso, è propriamente il mondo, il mondo quando si rivela come destino». (Simonetta Agnello Hornby)

«Dai miei primi anni le sirene hanno finito per annunciarmi la città, hanno mescolato il mare e la terra, e non smettono di sorridermi, e di essere la visione che mi fa entrare nella mia Palermo. Magia. Incanto. Miracolo». (Mimmo Cuticchio)

 

Simonetta Agnello Hornby: è nata a Palermo nel 1945. Cittadina italiana e britannica, vive dal 1972 a Londra, dove ha svolto la professione di avvocato dei minori. Ha esordito con La Mennulara (Feltrinelli, 2002, nuova edizione arricchita e graphic novel a cura di Massimo Fenati, 2019). Fra i suoi titoli più celebri, La zia marchesa, Boccamurata, Vento scomposto, La monaca, Il veleno dell’oleandro, Caffè amaro, Nessuno può volare (tutti Feltrinelli), Un filo d’olio (Sellerio) e La mia Londra (Giunti). Ha scritto con il figlio George il racconto per ragazzi Rosie e gli scoiattoli di St. James (Giunti). Nel 2018 il presidente della Repubblica le ha conferito l’onorificenza dell’Ordine della Stella d’Italia nel grado di Grande Ufficiale.

Mimmo Cuticchio: erede diretto e attento interprete della tradizione palermitana dell’Opera dei Pupi, ha saputo innovare un’arte che sembrava destinata a inesorabile decadenza, diventando una delle voci più autorevoli del teatro italiano contemporaneo nel mondo. Raccolta l’eredità del padre Giacomo, che aveva aperto a Palermo il suo primo teatro nel 1933, Cuticchio comincia negli anni Settanta l’attività di puparo e oprante con i suoi spettacoli itineranti. Nel 1977 dà vita all’Associazione Figli d’Arte Cuticchio e insieme all’arte antica del cunto – il racconto orale delle gesta dei paladini – si apre a un tenace lavoro di reinvenzione che contribuisce al riconoscimento conferito dall’Unesco all’Opera dei Pupi come parte del Patrimonio orale e immateriale dell’umanità. Ha pubblicato, fra l’altro, Il “Cunto” (Liguori, 2011) e Alle armi, cavalieri! (Donzelli, 2017).

Vi invito a gustarvi l’estratto…

Immagine di copertina: Libro Cafè

Foto: ANSA

— Annapaola Di Ienno

Scrivi un commento

comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Instagram @ Vortici
  • La scadenza del copyright e le sue bellissime conseguenze per gli autori del 900’
Per saperne di più:
http://vortici.it/la-scadenza-del-copyright-e-le-sue-bellissime-conseguenze-per-gli-autori-del-900/
  • Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Riscaldamento in casa con stufe a pellet? Sì, ma…
Per saperne di più:
http://vortici.it/riscaldamento-in-casa-con-stufe-a-pellet-si-ma/
  • Articolo su antitruffa
Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Dialoghi "Conversazioni sulla natura dell'universo"
Per saperne di più:
http://vortici.it/un-nuovo-modo-di-leggere-la-scienza-e-la-fisica/
  • Una lingua antica può salvare il patrimonio intellettuale e culturale odierno…
http://vortici.it/una-lingua-antica-puo-salvare-il-patrimonio-intellettuale-e-culturale-odierno/
  • Sfiorar l’anima
http://vortici.it/sfiorar-lanima/
  • Il fenomeno dell’immigrazione raccontato ai bambini
Un libro di Carlo Marconi
http://vortici.it/il-fenomeno-dellimmigrazione-raccontato-ai-bambini/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi