Ambiente Clima Economia Internazionale Lifestyle Scienze Società Tecnologia

Ricerca, sostenibilità e innovazione nelle opportunità per le imprese in (ri)partenza

giovedì, Settembre 23, 2021
Ricerca, sostenibilità e innovazione nelle opportunità per le imprese in (ri)partenza

Si fa ultimamente un gran parlare di lavoro e necessità di rilanciarlo, cercando di creare le condizioni con cui a risollevare molte persone da condizioni di oggettiva precarietà economica. Ma, mentre si svolge questo dibattito, nella nostra Italia si mettono in campo iniziative con cui si cerca di dare concretamente una mano a chi vuole partire o ripartire. Ecco dunque che lo Stivale si colora di progetti che è utile conoscere per poterne approfittare ed agganciare il treno della possibilità. Non abbiamo la pretesa di essere esaustivi e di elencare tutte le opportunità, anche perchè molte di esse sono legate a territori specifici, vista la necessità di tenere conto delle caratteristiche particolari di ogni zona d’Italia per programmare interventi concreti ed efficaci. La nostra intenzione è invece quella di far emergere l’idea che si può fare impresa e produrre lavoro, ricchezza, ma anche sostenibilità ambientale e progresso sociale oltre che economico. Venite con noi alla scoperta di opportunità da conoscere in queste direzioni!

La nostra carrellata comincia dalla CNA: proprio la Confederazione Nazionale degli Artigiani, infatti, sta facendo partire, come racconta pmi.it, “l’edizione 2021 del Premio Cambiamenti, iniziativa dedicata alle imprese italiane nate nell’arco degli ultimi quattro anni, impegnate a riscoprire le tradizioni locali, valorizzare il proprio territorio e la comunità, innovare prodotti e processi e costruire il futuro. Possono concorrere al premio le aziende con sede legale in Italia nate dopo il 1° gennaio 2017, precisamente imprese di persone o di capitali in fase di start up che non superino a oggi 50 dipendenti”. Il Made in Italy è uno dei cardini su cui CNA punta con decisione in quest’iniziativa, che però punta fortemente anche su capacità d’innovazione, tecnologia, capacità di comunicazione e marketing di tipo tradizionale. Tra le caratteristiche per vedersi riconosciuto il Premio ci sono la capacità di trasformare l’attività di ricerca in attività d’impresa, valorizzare la tradizione in modo da risultare innovativi e contribuendo al miglioramento della vita della società in cui si lavora e si vive, seguendo così un tratto tipico della categoria degli artigiani. Sostenibilità ambientale e attenzione al sociale sono altre caratteristiche cui CNA guarda con attenzione nell’attribuzione dei tre premi previsti: il primo da 20.000 e gli altri due da 5.000, ma comunque con la particolarità che si può scegliere se riceverli in contanti o in un’azione di “crowfunding”, cioè una forma di finanziamento destinato a sostenere i costi dell’impresa praticamente entrando al suo interno.

Ma c’è un’iniziativa nell’ambito della quale i premi disponibili sono addirittura 44: si tratta del Premio 2031, che vede la presenza nella sua organizzazione di tutto il mondo dell’innovazione italiano e il patrocinio di Ministero del Lavoro e AgID (Agenzia Italiana per l’Identità Digitale). Saranno i 44 partner dell’iniziativa a selezionare le start up finaliste che, attraverso un’unica domanda, potranno partecipare ai due bandi previsti: quello sui Premi Corporate, destinati alle imprese con almeno 100.000 euro di fatturato, oppure con un partner industriale o finanziario, oppure che operi nei settori biomedico, scientifico e della Salute e quello sui Premi dall’Idea all’Impresa destinato a persone fisiche, team di progetto e start up innovative. Oltre a questi c’è un premio messo a disposizione da Invitalia, pronta ad assegnare 50.000 euro in servizi di accompagnamento per le start up operanti in vari ambiti. Per avere più informazioni ed eventualmente partecipare occorre seguire questo link.

Se però avete bisogno di capire meglio come si fa a far partire un’impresa e come concretamente riuscire a gestire i rapporti con banche, finanziatori e, in generale operatori economici e sociali, allora forse vi potrà essere utile sapere che, a livello locale, esistono diverse possibilità di accedere a percorsi che vi aiutino in questo. Basta contattare i Centri Servizi per il Volontariato o le sezioni locali di realtà come la Confindustria.

Insomma: sappiamo tutti quanto l’Italia sia il Paese delle piccole e medie imprese e quanto l’idea stessa di lavoro autonomo faccia parte da sempre della mentalità degli italiani. Ripartire anche in questa non semplice fase proprio da lì, con attenzione a socialità, innovazione e sostenibilità sarà, a detta di molti, uno dei fattori principali che potrebbe consentire al nostro Paese di tornare a guardare con ottimismo al futuro.

 

Massimiliano Spiriticchio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi