Ambiente Cultura Società

Quegli alberi piantati per la vita di ogni bambino…

giovedì, Marzo 5, 2020
Quegli alberi piantati per la vita di ogni bambino…

Forse non sono molte le persone che lo sanno, ma in Italia c’è una legge che, dal 1992, prevede che i Comuni con più di 15.000 abitanti individuino un’area del territorio da destinare a piante autoctone, una per ogni nuovo bambino nato. Dal 2013 la norma prevede anche la piantumazione di un albero per ogni bambino adottato. Per questo si stanno moltiplicando in Italia i casi di città dove questo accade ed anche in realtà grandi come Milano e Firenze si è deciso di andare in questa direzione.

Nel capoluogo lombardo e nei Comuni della sua area metropolitana già nel 2018 sono stati piantati 85.000 alberi, cui potrebbero aggiungersene altri 100.000 tra il 2019 e la fine di questo mese. Ma l’obiettivo è di quelli davvero ambiziosi: 3 milioni di alberi entro il 2030, uno per ogni abitante dell’area metropolitana milanese. Secondo Arianna Censi, vicesindaco di Milano, “è anche un modo per dare a noi e ai nostri figli un futuro migliore. Del resto, favorire lo sviluppo di una rete verde metropolitana come infrastruttura territoriale strategica è da sempre uno degli asset portanti del Piano strategico della Città Metropolitana”. Anche a Firenze si è deciso di investire nell’applicazione di questa normativa ed ora si sta pensando di utilizzare la leva fiscale, con sconti sulla Tari per chi contribuirà alla piantumazione.

A Carpi invece il Comune dichiara di seguire da molto tempo quanto previsto dalla legge e di aver fatto nascere ogni anno dalle 400 alle 600 piante, ricevendo anche encomi ufficiali. Potremmo continuare parlando anche di città del sud come Matera, ma ci piace francamente pensare che l’iniziativa italiana abbia costituito un esempio anche all’estero e che quando, dodici anni fa, nel Principato di Monaco, si è deciso di adottare la stessa pratica valida nel nostro Paese, lo si sia fatto proprio riconoscendo la bontà dell’iniziativa italiana. In totale sono così nate nel territorio monegasco 11.788 piante e il dato è in continua evoluzione.

Ma ora c’è chi ha deciso di fare un passo in più, sempre coinvolgendo le associazioni, come del resto è previsto che accada in Italia: parliamo del comune di Pescara, dove è stata approvata in Consiglio comunale una mozione con cui si chiede all’amministrazione comunale di piantumare alberi non solo per i bambini nati o adottati, ma anche per quelli mai nati. La decisione non ha mancato di suscitare polemiche, ma noi di Vortici.it abbiamo ritenuto di ascoltare il punto di vista di chi ha scelto di proporre l’iniziativa, pensando che la Vita va celebrata sempre e che ogni iniziativa che porta a fare questo e ad arricchire la nostra attenzione all’ambiente vada comunque seguita. per questo abbiamo intervistato il consigliere comunale pescarese Adamo Scurti:

Massimiliano Spiriticchio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi