Sports

Lo sport tra medaglie e squadre in ripartenza

mercoledì, Ottobre 4, 2017
Lo sport tra medaglie e squadre in ripartenza

Quello che stiamo vivendo, di solito, è il periodo dell’anno in cui le parentesi aperte d’estate su sport che molti considerano legati alle Olimpiadi e ad alcune manifestazioni come Mondiali ed Europei si chiudono con il ritorno in campo dei club per quanto riguarda quelli a squadre e l’appuntamento rinviato alle prossime grandi competizioni per tutti gli altri. Pochi sanno che invece le emozioni che queste discipline sanno regalare non sono solo “estive” perchè durano tutto l’anno. Ma soprattutto gli appassionati di queste discipline sportive sanno che il significato più autentico dello sport si rivela forse proprio quando i riflettori accesi non sono quelli delle grandi occasioni, ma il prestigio e la difficoltà delle gare lo sono.

Partiamo da dove ci eravamo lasciati: l’Italia della pallavolo femminile è uscita di scena ai quarti negli Europei contro l’Olanda. Paola Egonu e compagne sono state sconfitte dalle “tulipane” con un 3 – 0 che non lascia spazio nè a dubbi nè a recriminazioni. Dopo il girone eliminatorio ci si aspettava di più dalle ragazze del c. t. Mazzanti, che comunque hanno dimostrato di poter fare bene nelle prossime competizioni e sono state eliminate da una squadra finita poi con la medaglia d’argento al collo, avendo perso solo in finale contro la Serbia, confermatasi Nazionale dalla grande tradizione in questo sport.

Non c’è stato però nemmeno il tempo di smaltire la delusione che è già arrivata la gioia di vedere gli atleti brillare agli Invictus Games, giochi dedicati ai militari che hanno contratto disabilità permanenti in servizio o per causa di servizio, voluti dal principe britannico Harry. I 550 atleti che li hanno animati, provenienti da 17 Nazioni (tra cui Stati Uniti, Inghilterra, Olanda, Afghanistan, Estonia, Canada, Australia, Italia, Romania, Ucraina, Iraq) si sono sfidati in dodici discipline, mentre sette sono quelle in cui si sono cimentati gli atleti italiani: uno di squadra (rugby) e sei individuali (nuoto, tiro con l’arco, atletica, ciclismo, golf e rowing, cioè canottaggio di coppia o di punta destinato ad atleti portatori di una disabilità).  L’Italia ha conquistato 9 medaglie, tra cui una d’oro nel lancio del disco con il ten. col. Giuseppe Campoccio, 5 d’argento e 3 di bronzo. Grande la soddisfazione del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, che ha detto: “Straordinari! Un traguardo che mi inorgoglisce sia come loro Comandante sia come cittadino italiano. È la dimostrazione di quanto lo sport sia terapeutico e di quanto questi atleti siano spinti da una grande motivazione e da una determinazione fuori dal comune. Si sono dimostrati veri Capitani della loro anima”.

Fa parlare di sè anche il nostro nuoto paralimpico: dopo che il terribile terremoto in Messico aveva interrotto, annullandoli, i Campionati del Mondo, tutti gli appassionati di questa disciplina hanno puntato su Eindhoven, in Olanda, dove, in un meeting molto atteso, è arrivato il botto, con l’italiana Carlotta Gilli che, con il crono di 26”68, ha siglato il nuovo Record del Mondo nei 50 stile libero S1 – 14, categoria riservata agli ipovedenti.

Ma non ci sono solo le nostre Nazionali: tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre è infatti ripartito il campionato di calcio a 5. Le grandi squadre di questo sport sono sempre lì a contendersi il titolo: dai campioni d’Italia della Luparense alle abruzzesi Montesilvano e Pescara. Al comando però, dopo due giornate, ci sono Dosson e Reggio Emilia. Fuoco di paglia o qualcosa di più? Ce lo dirà solo il tempo.

Massimiliano Spiriticchio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Instagram @ Vortici
  • Ma le periferie esistono davvero? Forse qualcuno di voi, leggendo il titolo di quest’articolo, ha pensato che la risposta alla domanda in esso contenuta sia scontata. Molto spesso, in effetti, capita di vedere che, nelle nostre città, le zone sono ben distinte, tra quelle più ricche, sicure, colorate e quelle invece più degradate, che appaiono scolorite e povere. Leggi su vortici.it
  • Le giornate d'Autunno alla scoperta di un'Italia bellissima. Leggi su vortici.it
  • Il ruolo della luce nella medicina rigenerativa. Leggi su vortici.it
  • Immagine di Instagram
  • La scadenza del copyright e le sue bellissime conseguenze per gli autori del 900’
Per saperne di più:
http://vortici.it/la-scadenza-del-copyright-e-le-sue-bellissime-conseguenze-per-gli-autori-del-900/
  • Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Riscaldamento in casa con stufe a pellet? Sì, ma…
Per saperne di più:
http://vortici.it/riscaldamento-in-casa-con-stufe-a-pellet-si-ma/
  • Articolo su antitruffa
Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi