Sports

L’Italia giovanile che fa gruppo e regala soddisfazioni

lunedì, Settembre 18, 2017
L’Italia giovanile che fa gruppo e regala soddisfazioni

C’è un’Italia che riesce a farsi rispettare, e magari addirittura vincere? Certo che c’è! Ed è quella giovanile di due sport in cui la palla si gioca con le mani! Sì perchè, se nel calcio, almeno per ora, le nostre squadre non riescono a far impallidire gli avversari (anche se va ricordato che la Juventus è pur sempre arrivata in finale di Champions League ed è quindi la seconda squadra in Europa), quando si tratta di pallavolo e pallacanestro, abbiamo qualcosa di più di qualche bella speranza. L’estate che sta finendo lascia spazio dunque ad alcune soddisfazioni venute a confortare chi spera in un buon futuro per il nostro Paese.

Il nostro viaggio nel mondo della palla tra le mani comincia da uno sport tipicamente estivo: vi ricordate Daniele Lupo, classe 1991, e Paolo Nicolai, classe 1988, i campioni del beach volley che fecero sognare l’Italia con un secondo posto alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, dove si arresero solo al Brasile padrone di casa? Ebbene, quest’anno sono tornati sulle sabbie “calde” dei mondiali austriaci all’inizio di agosto venendo eliminati dal Canada nel primo turno ad eliminazione diretta, dopo un avvincente punto a punto. Ma il duo azzurro si è rifatto alla grande poco tempo dopo, vincendo per la terza volta gli europei. Anche stavolta i due ragazzi italiani si sono trovati di fronte ai padroni di casa, ma il risultato è stato ben diverso da quello di Copacabana.

I successi dell’estate azzurra, però, non si sono fermati quì: se infatti abbandoniamo la sabbia per trasferirci sul parquet, approdiamo al basket, che non è stato avaro di soddisfazioni: se infatti ai mondiali turchi la Nazionale maggiore è uscita di scena ai quarti senza nè deludere nè esaltare gli esperti di questo sport, è andata decisamente bene in Egitto ai ragazzi dell’under 19. I giovani guidati dal c. t. Capobianco sono giunti in finale e sono stati sconfitti solo dal Canada, al termine di un torneo che, a detta di molti, ha regalato tante soddisfazioni anche sul piano del gioco.

Un altro bellissimo argento è arrivato dalla pallavolo: a conquistarlo sono stati i ragazzi dell’under 19 maschile, guidati dal c. t. Mario Barbiero, giunti alle spalle della sola Repubblica Ceca, nel torneo che si è svolto in Ungheria. Certo per questo gruppo è arrivata anche la delusione successiva ai Mondiali, dove gli azzurri sono stati battuti agli ottavi dalla Corea del Sud. Ma, tutto sommato, la stagione è da considerarsi positiva anche per loro e anche la sconfitta nel torneo iridato potrà portare i suoi frutti, facendo restare la squadra umile e compatta. L’agrodolce accompagna anche gli uomini della Nazionale maggiore di pallavolo maschile che, in Polonia, dopo la sconfitta nell’esordio al tie break contro la Germania della vecchia gloria azzurra Andrea Giani, si erano ripresi battendo nel girone Slovacchia e Repubblica Ceca ed eliminando ai quarti la Turchia con una prova convincente. Caratterizzata da una nutrita presenza giovanile, anche per la mancanza di giocatori importanti, la squadra azzurra di Giannelli, Lanza & Co. si è arresa ai quarti al Belgio, che l’ha sconfitta con un netto 3 – 0.

Ma la gioia più grande è arrivata da un gruppo tutto al femminile: ai Mondiali under 18, infatti, le azzurre hanno addirittura trionfato! Le ha guidate Marco Mencarelli, un c. t. che di mondiali giovanili se ne intende tanto che ne aveva vinti già due, uno con l’under 20 nel 2011 ed uno sempre con l’under 18 nel 2015.  Terry Enweonwu ed Elena Pietrini sono i nomi di giocatrici che probabilmente sentiremo ancora, come quello della capitana Alessia Populini: “Abbiamo messo in campo tutto il nostro cuore e la nostra determinazione. Non c’era altro modo per vincere. Eravamo consapevoli della nostra forza e ci abbiamo creduto dall’inizio” ha detto la Enweonwu, una giovane il cui stesso nome ci dice che, in questa nostra Italia, si vince anche e soprattutto facendo gruppo.

E, a proposito di gruppo, persino in uno sport individuale come l’atletica, proprio quest’elemento è spuntato fuori tra quelli che hanno consentito di registrare una serie di medaglie giovanili, arrivate negli europei under 20 di Grosseto: 3 ori, 5 argenti e 1 bronzo, con il quinto posto per gli azzurri nel medagliere. Se uno degli argenti è arrivato dalla 4 x 100 maschile, l’ultimo oro è stato quello della 4 x 400, sempre maschile: il campione europeo dei 400 Vladimir Aceti, il primatista italiano under 18 del giro di pista Edoardo Scotti, Klaudio Gjetja e Alessandro Sibilio hanno vinto in 3:08.68.

Ed ora? Giochi chiusi? No, non ancora! Mentre infatti, nel calcio, gli under 20 di Evani si sono messi in mostra ai Mondiali in Corea del Sud arrivando terzi, ora si attende un altro torneo che promette emozioni forti: ai blocchi di partenza ci sono le Nazionali pronte a sfidarsi in Georgia ed Azerbaijan negli Europei di pallavolo femminile. Le ragazze di Davide Mazzanto cominceranno da Tbilisi, dove, a partire da venerdì alle 15, sfideranno, nella fase a gironi, la Georgia, la Bielorussia e la Croazia. Nella nostra nazionale ci sarà anche Paola Egonu, appena 18 anni. Figlia di nigeriani, nata e cresciuta nel nostro Paese, si augura un’Italia sempre più multicolorata e senza razzismo.  Considerata fortissima, sarà al fianco di giocatrici di grosso calibro, come il libero Monica De Gennaro e la centrale Cristina Chirichella, capitana della squadra. Le azzurre predicano prudenza, come è giusto. Ma, quando si parla di una squadra che esiste dal 1951 e che dal 1989 regala soddisfazioni agli italiani, sognare è tutt’altro che vietato…

Massimiliano Spiriticchio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Instagram @ Vortici
  • Ma le periferie esistono davvero? Forse qualcuno di voi, leggendo il titolo di quest’articolo, ha pensato che la risposta alla domanda in esso contenuta sia scontata. Molto spesso, in effetti, capita di vedere che, nelle nostre città, le zone sono ben distinte, tra quelle più ricche, sicure, colorate e quelle invece più degradate, che appaiono scolorite e povere. Leggi su vortici.it
  • Le giornate d'Autunno alla scoperta di un'Italia bellissima. Leggi su vortici.it
  • Il ruolo della luce nella medicina rigenerativa. Leggi su vortici.it
  • Immagine di Instagram
  • La scadenza del copyright e le sue bellissime conseguenze per gli autori del 900’
Per saperne di più:
http://vortici.it/la-scadenza-del-copyright-e-le-sue-bellissime-conseguenze-per-gli-autori-del-900/
  • Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Riscaldamento in casa con stufe a pellet? Sì, ma…
Per saperne di più:
http://vortici.it/riscaldamento-in-casa-con-stufe-a-pellet-si-ma/
  • Articolo su antitruffa
Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi