Cultura Editoriale La Buona Scienza Lifestyle Media Scienze Società

L’influenza? Se oggi possiamo combatterla è grazie alla scienza!

giovedì, Novembre 11, 2021
L’influenza? Se oggi possiamo combatterla è grazie alla scienza!

In questi anni che sicuramente pochi di noi si sarebbero aspettati di vivere ci siamo trovati a dover considerare sempre più frequentemente sia la nostra vulnerabilità, sia, al tempo stesso, la preziosità del lavoro di tutti i coloro che, a vario titolo, sono attivi nel mondo della Medicina. Abbiamo appreso, anche con diversi alti a bassi sul profilo della comunicazione, che la scienza è attraversata costantemente da dibattiti e confronti, ma anche che questi ultimi vengono solitamente portati avanti facendo osservazioni sul campo e ricerche, elaborando teorie e verificandole. Ma questo lavoro non riguarda soltanto una patologia in particolare. È il modo di procedere che la scienza applica sempre e che la Medicina percorre abitualmente: attraverso una serie di ipotesi cui seguono ricerche che producono risultati ed evidenze scientifiche, i ricercatori giungono ad elaborare teorie. I loro colleghi, grazie alle pubblicazioni sulle riviste di settore fatte in modo dettagliato e comprensibile, possono sottoporle a verifiche, anche queste fatte con ricerche empiriche, per capire se una determinata teoria è davvero valida oppure no e, nel caso il risultato finale siano farmaci o vaccini, se gli enti regolatori come Aifa in Italia ed Ema in Unione Europea possono o no autorizzare la diffusione di questi rimedi, che curano o prevengono le malattie o perlomeno i loro effetti più forti.

Questo modo di procedere, che abbiamo descritto in maniera molto sintetica, si applica anche per un tipo di patologia in apparenza banale, ma in realtà in alcuni casi dalle conseguenze importanti, al punto da poter essere anche causa di morte: l’influenza. Se oggi siamo in grado di combatterla in maniera, nella stragrande maggioranza dei casi efficace è perchè la scienza ci dà ogni anno la possibilità di identificare i ceppi virali, fronteggiarli con cure adeguate e prevenire in molti casi la sua insorgenza con vaccini che vengono studiati e preparati appositamente. Sappiamo così che l’influenza è generato dai virus Influenza A e B. Senza entrare in troppi tecnicismi, possiamo dire che entrambi questi tipi di influenza si suddividono in sottotipi. L’influenzavirus A ne ha circa 32, tra i quali ad esempio l’H1N1 che originò la cosiddetta “spagnola” che fu al centro della pandemia del 1918 e la suina in anni molto più recenti. Ha la caratteristica di poter generare pandemie, grazie ad alcune caratteristiche peculiari. L’influenzavirus B invece ha sostanzialmente due sottotipi e sembra essere meno impattante in termini di effetti pesanti sulla salute umana. Un’altra conclusione importante cui è giunto il mondo scientifico è che i vaccini antinfluenzali cambiano di anno in anno perchè anche il virus si modifica, come ci spiega il sito della Fondazione Veronesi. Quindi, con i loro studi, i ricercatori sono in grado ogni anno di monitorarli e fornirci tutti gli strumenti per affrontarli. Tra questi strumenti un ruolo fondamentale è riservato a medicine e vaccini, ma non è certo secondaria l’importanza che hanno le altre misure che tutti noi possiamo mettere in campo per evitare il rischio di essere contagiati. Ecco allora che è importante conoscere le indicazioni che sono frutto proprio del grande lavoro di cui finora abbiamo parlato. Per questo è utile per tutti, e non solo per chi vive in provincia di Pescara, ascoltare l’intervista che la dottoressa Adelina Stella, responsabile dell’Unità Operativa Complessa Igiene Epidemiologia e Sanità Pubblica della Asl di Pescara, ha rilasciato a Radio Speranza InBlu, la Radio della Chiesa diocesana di Pescara-Penne:

La scienza è preziosa. finanziamola, facciamola funzionare al meglio e il nostro benessere ne trarrà sicuro beneficio.

Massimiliano Spiriticchio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi