Cultura Libri Consigliati Novità Editoriali Novità In Libreria Storia

L’infanzia ai tempi del Medioevo

lunedì, Febbraio 10, 2020
L’infanzia ai tempi del Medioevo

Come visse il senso dell’infanzia il Medioevo? Quali condotte sociali adottarono gli adulti per allevare e educare i loro figli? Quali furono i comportamenti maschili e femminili? A questi e ad altri interrogativi risponde il saggio di Angela Giallongo: Il bambino medievale – Storia di infanzie(Edizioni Dedalo) che, attraverso il ricorso a varie testimonianze scritte e iconografiche, restituisce gli atteggiamenti, le riflessioni, i comportamenti, le emozioni, i sentimenti e le raffigurazioni dei contemporanei a riguardo.
Si va da Sant’Agostino, che trovava odioso persino il ricordo di essere stato bambino, a Christine de Pizan, che attribuiva ai giorni felici della sua infanzia il merito di averla aiutata a superare le avversità della vita: ci viene proposta una panoramica approfondita e affascinante sul mondo dei bambini nel Medioevo nei vari ambiti sociali e in luoghi diversi: campagne, corti, città, scuole ecclesiastiche e comunali, monasteri. In primo piano, c’è anche “l’altra” infanzia, quella femminile, molto diversa – allora come oggi – da quella maschile.
Viene proposto uno sguardo originale sulle abitudini educative del Medioevo e sui modelli di comportamento adottati dagli adulti nei confronti dei minori.

BRANO:

Presentazione

Il libro studia il senso dell’infanzia nel Medioevo ricorrendo a testimonianze di prima mano e al recupero di documenti di diversa natura (opere della letteratura morale-didascalica, romanzi cortesi, trattati di medicina e di teologia, enciclopedie divulgative e materiale iconografico) che, anche se scritti senza intenti divulgativi, mettevano in gioco disegni formativi e osservazioni sull’infanzia e influenzavano il comportamento degli adulti verso i minori. L’approccio diretto a fonti eterogenee ha permesso di riacquistare un’immagine più sfaccettata del bambino medievale: sia nella letteratura divulgàtiva scientifica sia in quella morale-didascalica si trovano tracce della ricerca sulle caratteristiche infantili e tentativi di attuare, in fatto di educazione primaria, forme di attenzione animate dall’amorevolezza e dal senso della misura, come mostrano Aldobrandina da Siena, l’autore del Placides et Timeo e Christine de Pisan. Sebbene tutto il Medioevo sia stato attraversato da atteggiamenti repressivi e autoritari nei confronti dei minori, tuttavia la scarsa considetazione per l’infanzia, attribuita indiscriminatamente a tutto il periodo, non è l’unica caratteristica del costume pedagogico del Millennio, che offre a partire dal XII-XIII secolo un quadro ben più differenziato. Si è preferito, in base ai temi emersi, privilegiare, rispetto all’ordine cronologico, l’individuazione di problemi e di punti 5 di vista significativi per osservare da diverse angolazioni il variegato discorso medievale sull’infanzia; sono stati inoltre raccolti indizi sulle varie infanzie, in modo particolare su quella femminile[…].

Il seguente estratto vi aiuterà a immergervi in quest’atmosfera particolare e occorre sottolineare come saggi di questo tipo, ci portino a rivalutare, ridare lustro a un periodo storico considerato lungamente e a torto, buio. Un mondo ricco di curiosità attende solo di essere scoperto…

 

Angela Giallongo è ordinaria di Storia dell’Educazione presso l’Università di Urbino. Tra i suoi libri ricordiamo: L’avventura dello sguardo (vincitore del Premio Nazionale di Pedagogia e Didattica di Pescara) e La donna serpente (vincitore del premio Paese delle Donne).

 

Immagine di copertina: Edizioni Dedalo

 

 

Annapaola Di Ienno

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Instagram @ Vortici
  • Ma le periferie esistono davvero? Forse qualcuno di voi, leggendo il titolo di quest’articolo, ha pensato che la risposta alla domanda in esso contenuta sia scontata. Molto spesso, in effetti, capita di vedere che, nelle nostre città, le zone sono ben distinte, tra quelle più ricche, sicure, colorate e quelle invece più degradate, che appaiono scolorite e povere. Leggi su vortici.it
  • Le giornate d'Autunno alla scoperta di un'Italia bellissima. Leggi su vortici.it
  • Il ruolo della luce nella medicina rigenerativa. Leggi su vortici.it
  • Immagine di Instagram
  • La scadenza del copyright e le sue bellissime conseguenze per gli autori del 900’
Per saperne di più:
http://vortici.it/la-scadenza-del-copyright-e-le-sue-bellissime-conseguenze-per-gli-autori-del-900/
  • Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Riscaldamento in casa con stufe a pellet? Sì, ma…
Per saperne di più:
http://vortici.it/riscaldamento-in-casa-con-stufe-a-pellet-si-ma/
  • Articolo su antitruffa
Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi