curiosità Lifestyle Redazione Società Storia WebTv

Cinquant’anni dalla scomparsa di Coco Chanel

lunedì, Febbraio 1, 2021
Cinquant’anni dalla scomparsa di Coco Chanel

Sono passati cinquant’anni dalla scomparsa di Coco Chanel, pseudonimo di Gabrielle Bonheur Chanel, dovuto al soprannome datole come cantante quando da giovanissima, si esibiva nella canzone Qui qu’a vu Coco? in un caffè – concerto di Parigi.
Questa donna (che fin da bambina imparò insieme alle sorelle, l’arte del cucito), ancora oggi, rimane la protagonista più geniale della moda del XX secolo e soprattutto l’ardita rivoluzionaria del costume femminile dell’era moderna.

La signora Chanel ci ha lasciato il 10 gennaio 1971, all’età di ottantasette anni, in una stanza dell’Hotel Ritz di Parigi.

Coco Chanel, il video di Vortici Tv…

Moda & Lifestyle: tutti i nostri articoli..

La sua ascesa a noi di Vortici.it colpisce molto per una ragione fondamentale: è una donna di umili origini, abbandonata dalla famiglia, cresciuta insieme alle sorelle in un orfanotrofio che ha trovato inizialmente come modista, il proprio riscatto sociale.
Boy Capel, imprenditore di Newcastle e poi l’uomo della sua vita, incoraggiò Gabrielle nel 1909, ad aprire un primo negozio di cappelli a Parigi, una pietra miliare del suo inarrestabile successo e poi sede di quella che diventerà la casa di moda più celebre del mondo.

Coco Chanel
Foto 1: Coco Chanel

Questa storia incredibile incomincia, quando, i cappelli sontuosi e difficili da indossare, cedettero il posto a cappelli di paglia da lei realizzati, ornati da semplici fiori in raso o singole piume. Fu così che conquistò le prime clienti importanti.

Scoprì la vera passione del taglio, cucito, di semplificare gli abiti, dopo lo choc avuto alla morte di Boy causata da un incidente automobilistico. Suo unico desiderio a quel punto divenne quello di voler realizzare “l’abito perfetto”, quello che avrebbe rivoluzionato la storia del costume femminile dei primi del Novecento. Così avvenne. Fu la stilista rivoluzionaria che gettò alle ortiche i corsetti stringati, inaugurando l’era degli abiti di jersey, morbidi e femminili, dei tailleur (celebre quello rosa indossato dalla first lady Jackie Kennedy) in tweed e bouclé con la gonna al ginocchio e la giacca a sacchetto, dei colori bianco e nero, dei fili di perle e altri accessori.

borsa Chanel
Foto 2: L’iconica borsa Chanel 2.55

Lei non si definiva sarta, piuttosto una creatrice di moda, forse la prima vera stilista del secolo degli stilisti.

Chanel moda Tailleur
Foto 3: Tailleur Chanel moda anni 50 e 60

“Per prima cosa io non disegno – ripeteva – non ho mai disegnato un vestito. Adopero la mia matita solo per tingermi gli occhi e scrivere lettere. Scolpisco il modello, più che disegnarlo.
Prendo la stoffa e taglio. Poi la appiccico con gli spilli su un manichino e se va, qualcuno la cuce. Se non va, la scucio e poi la ritaglio. Se non va ancora, la butto via e ricomincio da capo. In tutta sincerità non so nemmeno cucire” (Sofia Gnoli, Un secolo di moda italiana, 1900 – 2000, 2005).

Da estimatrice della moda in generale posso dire che ha contribuito a valorizzare la donna proponendo abiti di classe e confortevoli, trasformando il concetto stesso di creatività, proponendo uno stile intramontabile.

 

* Occorre responsabilizzare noi stessi! rispettare e attenerci tutti, scrupolosamente e responsabilmente alle regole che abbiamo ricevuto in attesa del vaccino. Abbiate cura di voi, dei vostri cari e dei vostri amici.

 

Immagine di copertina: Ibs

Fonte foto 1:  ClioMakeUp
Fonte foto 2:  Pinterest
Fonte foto 3: le tailleur Chanel(Pinterest)

Annapaola Di Ienno

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi