Il Gusto Della Scienza La Buona Scienza Scienze Tecnologia

Il ruolo della luce nella medicina rigenerativa

venerdì, Ottobre 18, 2019
Il ruolo della luce nella medicina rigenerativa

Ormai è un fatto assodato, la Scienza ci riserva giornalmente (o quasi) delle notizie che, personalmente, definisco straordinarie.

Il progetto Lion-Hearted (Light and Organic Nanotechnology for Cardiovascular Disease), finanziato dalla Commissione Europea per un importo pari a circa 3 milioni di euro per quattro anni, segna indubbiamente un traguardo importante, puntando alla realizzazione di una nuova tecnologia denominata optoceutica. Questo termine strano, difficile da ricordare, suscita in me una curiosità maggiore, quando scopro che parliamo di medicina rigenerativa del sistema cardiovascolare.

L’optoceutica è una tecnica innovativa che usa la luce visibile per incoraggiare il rinnovamento dei tessuti stimolando le cellule progenitrici. Precisa e mini-invasiva, è stata applicata con successo sui vasi sanguigni coltivati in provetta (cioè in laboratorio) favorendone la neoformazione o se preferite una rigenerazione. Il risultato è stato ottenuto dai ricercatori dell’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) a Milano ed è stato pubblicato sulla rivista Science Advances.

Insieme a Francesco Lodola, fisiologo cardiovascolare e primo autore dello studio, il team di ricercatori ha dimostrato come sia possibile rigenerare i tessuti dei vasi sanguigni, applicando il nuovo metodo a cellule progenitrici del tessuto endoteliale in vitro. Coltivando le cellule sopra nano materiali foto attivi, stimolati con brevi impulsi di luce visibile, i ricercatori sono riusciti a stimolare efficacemente la neoformazione di vasi sanguigni, con implicazioni interessanti per la cura delle malattie cardiovascolari.

Dott.ssa Maria Rosa Antognazza((Iit)

Il lavoro è stato realizzato dal gruppo di ricerca coordinato e guidato dalla Dott.ssa Maria Rosa Antognazza, responsabile dell’OptoCell Lab di Iit, in collaborazione con l’Università di Pavia e il Policlinico San Matteo.

Come spiega la Dottoressa Antognazza: “Si tratta di una tecnica completamente nuova, che potrebbe portare a sviluppi importanti nel campo dell’ingegneria tissutale”.

“L’uso della luce come mezzo di stimolazione è molto più flessibile e meno invasivo rispetto all’uso di elettrodi, e può essere direzionato in modo molto specifico su distinte popolazioni di cellule oggetto del trattamento. Lo scopo è quello di creare una nuova area di indagine, l’optoceutica, che si affianchi alla farmaceutica e all’elettroceutica, con un campo di applicazione potenzialmente vastissimo”.

La medicina rigenerativa, come si può immaginare, apre molte possibilità, puntando a raggiungere obiettivi interessanti. Vortici.it vi ha illustrato nella maniera più chiara possibile l’ultimo esempio in ordine di tempo.  Se ci pensiamo bene, avere la possibilità di rigenerare ciò che una malattia distrugge, riaccende la speranza di una guarigione completa!(o quasi…)

Immagine di copertina: Vasi sanguigni(Onb – Ordine Nazionale Biologi)

Foto: insalutenews

Annapaola Di Ienno

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi