Ambiente Economia Lifestyle Media Redazione

Il mito Ferrari entra nel mondo del fashion

lunedì, Giugno 21, 2021
Il mito Ferrari entra nel mondo del fashion

Questa settimana, Vortici.it, accontenterà ne siamo certi lettori e lettrici, il motivo? vi stupirà sicuramente.

Il mito Ferrari entra nel mondo del fashion

La Ferrari ha esordito nell’alta moda e si candida a diventare un marchio del lusso a 360 gradi.

Nei giorni scorsi, in passerella, a Maranello, ha debuttato la prima collezione griffata Cavallino Rampante, firmata dal direttore creativo Rocco Iannone, ex stilista di Giorgio Armani.

Si tratta della prima collezione di Ferrari, senza stagionalità, trasversale, per l’80% genderless(ovvero la tendenza stilistica senza distinzione tra maschile e femminile anche se, personalmente, preferirei fosse chiamata unisex) e dunque al passo con i tempi e i desideri delle giovani generazioni.

Composta da parka(giacca impermeabile di pelle con pelliccia all’interno e cappuccio, tipica degli Eschimesi; ma anche, giacca di forma simile, comune nell’abbigliamento sportivo o militare) femminili e maschili, camicie, vestiti in tweed di seta stampata, utilizzata anche per le camicie da donna, borse over, scarpe. I colori dominanti della collezione, (che comprende anche una linea per bambini), sono quelli più simbolici del brand: il rosso Ferrari e una particolare tonalità di giallo, il Giallo di Modena, presente anche sullo sfondo del simbolo della Rossa.

Le stampe dei tessuti sono tratte dall’archivio Ferrari e dalle copertine delle riviste degli anni ‘40, ‘50 e ‘60. “Ferrari vuole essere protagonista nel sostenere l’eccellenza e la migliore creatività italiana. Un segno di ripresa, di positività”, ha commentato il presidente di Exor, John Elkann, che ha voluto questa Ferrari Experience e il debutto in passerella dello stesso stilista, scelto sempre due anni fa da lui stesso e dal team dedicato, Rocco Iannone, al quale sono stati riservati tanti applausi da parte di un pubblico selezionato composto da stampa, compratori e pochi selezionati ospiti: tra questi i piloti della Scuderia Ferrari, Charles Leclerc e Carlos Sainz con il direttore sportivo Mattia Binotto, il presidente della Camera della Moda Carlo Capasa, l’imprenditore Federico Marchetti, lo chef Massimo Bottura che gestirà il ristorante Cavallino a Maranello.

“Noi in Ferrari siamo esclusivi ma mai escludenti”, spiega Nicola Boari, chief brand diversification officer, e “questo progetto moda con Rocco Iannone, totalmente Made In Italy, rispecchia la filosofia Ferrari. Abbiamo tagliato il 50% delle licenze. Performance, design e innovazione sono il must. Vogliamo ampliare la platea ai giovani e alle donne. Sicuramente vogliamo fare business e creare valore al marchio con una distribuzione selettiva. Iannone è uno stilista disposto a non mettersi sopra al marchio. Faremo uno show l’anno, senza stagionalità. Ferrari finora non aveva mai investito tanto fuori dal settore auto come per questa nostra moda”.

Ferrari ha proposto una collezione di 52 modelli uomo e donna, ma all’80% fluida, con misure che vanno dalla XXS alla XXL, che ti avvolge senza barriere di genere con tessuti sostenibili e multifunzionali, in giallo Modena o rosso Corsa, scarpe in fibra di carbonio, una techno-couture. Un debutto assoluto. C’è anche una linea bambini, ma non è salita in passerella.

Dunque, per la prima volta il mito dell’automobile entra nel mondo del fashion, con i suoi valori, la sua sensualità, il suo fascino magnetico.

Rocco Iannone dichiara: “ Per me è un privilegio immenso, sono orgoglioso di questa collezione e di lavorare per un’azienda italiana come Ferrari, mai nostalgica, che guardando al futuro racconta l’oggi”.

I capi seguono le caratteristiche ergonomiche dei modelli auto, con uno sguardo attento alla sostenibilità, come nel caso del parka giallo e rosso, creato interamente grazie a plastiche riciclate e a sua volta riciclabile, o dei pellami della collezione che nascono tutti in una filiera certificata cruelty free.

L’attenzione all’ambiente e l’ecosostenibilità sono evidenti.

A dare valore è il marchio del Cavallino, che non ha niente a che vedere con il merchandising da Gran Premio con i classici cappellini e magliette. La collezione sarà presentata una volta l’anno e i capi saranno venduti on line e in boutique dedicate a Maranello, Roma, Milano, Los Angeles e Miami, dove uno studio di architetti sta ristrutturando i negozi. Per il 2022 è prevista l’apertura in Cina.

Gestito da un team creato ad hoc, guidato da Nicola Boari, il progetto di diversificazione di Ferrari nasce per accrescere il valore del brand creando “oggetti esclusivi”, generando un nuovo valore economico. L’obiettivo è di contribuire a regime per il 10% alla redditività complessiva della casa di Maranello in un lasso temporale che va dai sette ai dieci anni. Il nuovo business Ferrari è un nuovo tassello della strategia di Exor, la holding della famiglia Agnelli, che punta ad avere un ruolo da protagonista nel mondo della moda, come dimostrano l’investimento con Hermes nella cinese Shang Xia e l’acquisto del 24% di Christian Louboutin, il brand francese famoso per le scarpe da donna dalla suola rossa.

Per concludere in bellezza, non resta che goderci insieme la sfilata, prestando attenzione anche alle musiche particolari che l’accompagnano:

 

 

* Occorre responsabilizzare noi stessi! rispettare e attenerci tutti, scrupolosamente e responsabilmente alle regole che abbiamo ricevuto in attesa di ricevere il vaccino. Abbiate cura di voi, dei vostri cari e dei vostri amici.

 

Immagine di copertina: – Logo Ferrari (Pixabay)

Fonte video: https://www.youtube.com

Annapaola Di Ienno

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi