Libri Consigliati Novità Editoriali Novità In Libreria

Il bisogno di pensare? nasconde una ricchezza fondamentale

lunedì, Gennaio 15, 2018
Il bisogno di pensare? nasconde una ricchezza fondamentale

Tre sono le domande fondamentali che tutti noi ci poniamo, almeno una volta nella vita: Perché viviamo? Quale scopo diamo al nostro essere qui? Cosa vogliamo da noi stessi?.
Vito Mancuso le pone a sua volta, come delle domande essenziali, per dare un senso alla nostra esistenza, in “Il bisogno di PENSARE(Garzanti Editore). La penna del teologo italiano, torna in libreria con un nuovo saggio pieno di grandi interrogativi che costringono ognuno di noi a guardarsi dentro.

Il teologo Mancuso ci accompagna in una riflessione che ha come oggetto proprio questa caratteristica(il bisogno di pensare), che ci distingue da tutti gli altri esseri viventi. Partendo dal concetto che la formula del mondo vede il logos e il caos uniti nel creare il pathos, l’autore ci sprona a “pensare con il cuore”, a spogliarci delle barriere, dei tabù e dei preconcetti, per essere liberi di ricercare il Bene, di creare una connessione organica con l’ordine del mondo.

Questo libro ci viene donato, quindi, come una guida, come una bussola capace di orientarci nei momenti di buio, nei momenti in cui la scelta tra il resistere e l’arrendersi al flusso della vita si fa più ardua.
Con la sua scrittura semplice e riflessiva, Mancuso ci invita a tendere l’orecchio e il cuore verso l’importanza che ogni momento possiede, a prestare attenzione e non lasciarci sfuggire il valore infinito insito in ogni istante. Solo così l’equilibrio e la pace interiore che tanto agogniamo saranno raggiungibili.
Secondo l’autore, dunque, il “bisogno di pensare” non è solo una necessità primordiale dell’uomo, bensì rappresenta quella caratteristica che, se usata correttamente, ci permette di camminare sulla fune della vita, senza che la paura di cadere attanagli il nostro cuore ad ogni passo(come si può notare, la stessa copertina del libro rappresenta questo concetto).

Per approfondire e/o comprendere meglio l’argomento trattato, vi invitiamo ad ascoltare con attenzione un’intervista interessante a riguardo:

Il bisogno di PENSARE” diviene così un libro essenziale per liberarci dall’angoscia del presente e del futuro e dal ricordo onnipresente del passato.

 

Vito Mancuso  Teologo italiano, classe 1962. Ottenuto il Baccellierato in Teologia, a ventitré anni è stato ordinato sacerdote, ma dopo qualche mese ha chiesto e ottenuto la dispensa dai voti. Senza interrompere gli studi in Teologia (nel 1996 ha conseguito il dottorato), in seguito ha intrapreso una brillante carriera nell’editoria che lo ha portato a collaborare con Il Foglio, Avvenire, Panorama e il Corriere della Sera. Mancuso è stato docente presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano (2004-11) ed è editorialista de la Repubblica dal 2009. Tra le numerose pubblicazioni si ricordano: L’anima e il suo destino (2007); Obbedienza e libertà (2012); Conversazioni con Carlo Maria Martini (con E. Scalfari, 2012); nel 2013, Il caso o la speranza? Un dibattito senza diplomazia (con P. Flores D’Arcais) e Il principio passione. La forza che ci spinge ad amare; tutti nel 2014, Sinai (con N. Meroi), La vita segreta di Gesù e  Io amo. Piccola filosofia dell’amore; nel 2015, Questa vita e Dio e il suo destino; Il coraggio di essere liberi (2016); Il bisogno di pensare (2017).

Foto: https://le-citazioni.it

Fonte video: https://www.youtube.com

 Video pubblicato da Marco Feruglio il 13 novembre 2017 
– Sveva Sagramola intervista il prof. Vito Mancuso sui temi del libro “Il bisogno di pensare”(Garzanti) nel corso della trasmissione televisiva Geo andata in onda il 7 novembre 2017.

Annapaola Di Ienno

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Instagram @ Vortici
  • Ma le periferie esistono davvero? Forse qualcuno di voi, leggendo il titolo di quest’articolo, ha pensato che la risposta alla domanda in esso contenuta sia scontata. Molto spesso, in effetti, capita di vedere che, nelle nostre città, le zone sono ben distinte, tra quelle più ricche, sicure, colorate e quelle invece più degradate, che appaiono scolorite e povere. Leggi su vortici.it
  • Le giornate d'Autunno alla scoperta di un'Italia bellissima. Leggi su vortici.it
  • Il ruolo della luce nella medicina rigenerativa. Leggi su vortici.it
  • Immagine di Instagram
  • La scadenza del copyright e le sue bellissime conseguenze per gli autori del 900’
Per saperne di più:
http://vortici.it/la-scadenza-del-copyright-e-le-sue-bellissime-conseguenze-per-gli-autori-del-900/
  • Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Riscaldamento in casa con stufe a pellet? Sì, ma…
Per saperne di più:
http://vortici.it/riscaldamento-in-casa-con-stufe-a-pellet-si-ma/
  • Articolo su antitruffa
Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi