Libri Consigliati Novità Editoriali Novità In Libreria

I segreti della gastronomia molecolare…

lunedì, Luglio 17, 2017
I segreti della gastronomia molecolare…

Viviamo in un periodo in cui l’argomento cucina riscuote molto successo: tra programmi dedicati al cibo e reality show. Ma cosa sappiamo in realtà del cibo?

Un titolo interessante ha suscitato in me molta curiosità: La cucina nota a nota Come comporre in laboratorio la sinfonia dei sapori (edizioni Dedalo), l’autore del libro è l’ecclettico Hervé This.

Uno dei padri della gastronomia molecolare, si rilancia con la cucina nota a nota: gli chef più creativi avranno inaspettate possibilità di costruire sapore, odore, colore e consistenza di un piatto.

Da dove proviene quel profumo meraviglioso e familiare di molti funghi, che ci fa pensare al sottobosco? Dall’1-otten-3-olo, un composto dal nome bizzarro. Perché non utilizzarlo in cucina, come una spezia? E perché non servirci anche del sotolone, con il suo profumo di curry, fieno greco e vin jaune?
Hervé This ci conduce alle frontiere di una nuova rivoluzione culinaria. Nelle nostre dispense nuove spezie si aggiungeranno a quelle tradizionali; i cuochi del XXI secolo impareranno ad affiancare composti chimici puri, a legarli come fa un compositore con le note musicali, per creare ricette dai sapori inediti. Non si tratta solo di una curiosità scientifica: in un mondo sempre più affollato, la cucina nota a nota potrà contribuire a limitare gli sprechi alimentari creando piatti nuovi, economici e sicuri.
Quindi frutta, verdura, carne e pesce cederanno il passo a una cucina «chimica», a pietanze in pillole?
Il dibattito è aperto, ma Hervé This ci rassicura: «Nell’arte non esiste la sostituzione, ma solo l’aggiunta e l’ampliamento delle scelte».
Come l’uso del sintetizzatore in musica non ha reso obsoleto il violino, così la cucina nota a nota sarà una «forma artistica in più», una «grande avventura» che permetterà di costruire un «nuovo modo di cucinare e di mangiare» (Fonte: edizioni Dedalo)

Hervé This: è un chimico francese, considerato il padre della gastronomia molecolare, ovvero di un approccio scientifico all’arte culinaria. Lavora e dirige il gruppo di Gastronomia molecolare dell’INRA (Institut National de la Recherche Agronomique) ed è direttore scientifico della Fondation Science & Culture Alimentaire. È autore di molti libri sulla gastronomia molecolare, della quale è considerato il padre fondatore assieme a Nicholas Kurti. Collabora alla rivista di divulgazione scientifica «Sapere» con la rubrica Molecole in cucina.

Foto: Edizioni Dedalo

Annapaola Di Ienno

1 Comment on I segreti della gastronomia molecolare…

admin said : Guest Report 3 years ago

"La cucina nota a nota". Comporre i sapori in laboratorio. Mai davvero aveva pensato ad un'ipotesi di questo tipo. Argomento davvero interessante. Bel pezzo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi