Cultura Libri Consigliati Novità Editoriali Novità In Libreria Redazione

Esiste una geografia della speranza…

lunedì, Novembre 23, 2020
Esiste una geografia della speranza…

“Date all’uomo la dignità e lasciatelo essere individuo, affinché trovi la sua comunità e la ami”, parto da questa frase di Carl Gustav Jung, non per parlare di psicologia.

La parola comunità è un sostantivo femminile. Il dizionario la definisce così: Insieme di persone unite tra di loro da rapporti sociali, linguistici e morali, vincoli organizzativi, interessi e consuetudini comuni.

In questo periodo, più che in altri siamo chiamati a nutrire e a nutrirci del senso di comunità, per sentirci parte di un insieme più grande e coeso che affronta tutti insieme le avversità. Per questo motivo vi proponiamo una lettura che affronta il tema delle comunità.

Parliamo del libro: La geografia della speranza – Viaggio nell’Italia che resiste di Martina Di Pirro (Edizioni Gruppo Abele), prefazione di Giuseppe De Marzo e postfazione di Marco Revelli.

Geografia della speranza é un approfondimento sulle associazioni, le realtà e gli enti che diffondono e applicano sui territori le buone pratiche d’integrazione, socialità e collaborazione, coinvolgendo tutta l’Italia da Nord a Sud.

Già la presentazione del libro è significativa:

L’incremento della povertà e delle disuguaglianze, continuo dal 2008, ha avuto un’ulteriore impennata drammatica con l’epidemia da Covid-19 e probabilmente aumenterà ancora. In parallelo si sono affermate politiche economiche e sicuritarie che hanno inasprito il contrasto tra poveri. In questo clima è nata, nel 2017, la Rete dei Numeri Pari: un insieme di centinaia di realtà impegnate a realizzare e diffondere nei territori relazioni e modelli economici fondati su solidarietà e integrazione. “La geografia della speranza” racconta alcune di queste esperienze. Di persone che organizzano mercati locali a chilometro zero, che combattono gli sprechi, che partecipano alla rigenerazione di aree dismesse e al ripristino di spazi urbani. Che aprono servizi di accoglienza e riconvertono fabbriche fallite. Che promuovono doposcuola popolari, servizi di cura, azioni di prossimità e molto altro ancora.

Realtà contro le disuguaglianze

Disuguaglianza: una parola «stantia, pronunciata sempre più spesso da coloro che la producono», come afferma Martina Di Pirro nella sua introduzione. L’Italia è un paese colmo di disuguaglianze, siano esse di genere, di reddito, di possibilità o di opportunità. Disuguaglianze che il coronavirus ha esacerbato e amplificato. Ma è anche terreno fertile per la nascita di tante realtà, il famoso terzo settore, che fa della vocazione sociale, dell’integrazione e della cooperazione la propria mission. Realtà che s’intrecciano e costruiscono reti fra loro per raggiungere meglio e prima i propri obiettivi. Fra queste spicca la Rete dei Numeri Pari, che fa da raccordo a più di quattrocento realtà che sui territori promuovono le buone pratiche sociali. Associazioni che sopperiscono al vuoto politico con azioni concrete di welfare, di supporto e di rigenerazione del territorio, e che Martina Di Pirro ha deciso di raccontare.

Agire sul territorio

La geografia della speranza è quindi un grande racconto di viaggio. Un reportage denso di spunti, con interviste a protagoniste e protagonisti che queste realtà le hanno create e le animano tutt’ora. Sono anche una testimonianza di quanto la pandemia globale di coronavirus abbia portato con sé una radicale trasformazione delle associazioni coinvolte e delle pratiche sociali che mettono in atto. Quindici realtà da nord a sud per rappresentare un’Italia che non si arrende alle disuguaglianze ma agisce quotidianamente per contrastarle: “Dalla Sicilia al Veneto, hanno dato vita a territori più coesi e inclusivi, tornando a dare valore alle aspirazioni fondamentali delle persone”.

Un viaggio articolato lungo più di un anno, è quello che ha portato Martina Di Pirro a incontrare realtà diversissime fra loro per scopi, progetti e pratiche. Fra queste, una Onlus che gestisce beni confiscati alle mafie, ma anche un centro sociale che organizza doposcuola, palestre e corsi di musica; un’associazione che fa incontrare chi ha necessità di cibo con chi ne ha troppo, ma anche un coordinamento di docenti che diffonde cultura e didattica contro le mafie; il polo che accoglie persone senza fissa dimora e lo stabile occupato che offre un tetto a chi non può permettersene uno. Ci sono alcune realtà giovanissime, altre con più di cinquant’anni di storia alle spalle.
La geografia della speranza è un’occasione per riflettere su quanto lavoro si faccia e su quanto ce ne sia ancora da fare nei territori, in strada, a volte sopperendo a una politica spesso chiusa nei suoi palazzi, sorda ai bisogni delle persone vere, vive e reali che le vivono accanto.
Abbiamo l’opportunità di conoscere da vicino una mappa di cose belle che accadono nel nostro Paese e che spesso non si conoscono e a noi di Vortici.it, simili ricchezze di contenuto, ci attraggono come una calamita perché inducono a pensare positivo.

 

Martina Di Pirro: è autrice e giornalista. Esperta di Africa orientale, Europa e Diritti umani, collabora con testate nazionali e internazionali. Si occupa di comunicazione politica ed elaborazione di strategie digitali. Nel 2020 ha ricevuto il Premio per il giornalismo investigativo e sociale dell’Associazione Mani Tese, realizzato con il contributo dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (Aics).

 

 

 

 

* Occorre responsabilizzare noi stessi! rispettare e attenerci tutti, scrupolosamente e responsabilmente alle regole che abbiamo ricevuto, abbiate cura di voi, dei vostri cari e dei vostri amici.

 

Immagine di copertina: Edizioni Gruppo Abele
Foto: Edizioni Gruppo Abele

Annapaola Di Ienno

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi