Il Gusto Della Scienza La Buona Scienza Scienze

Destrimane o mancino? La neuroscienza risponde….

venerdì, Dicembre 22, 2017
Destrimane o mancino? La neuroscienza risponde….

La Scienza continua a stupirci e incuriosirci anche con scoperte curiose e (a volte) alquanto inaspettate come nel caso che stiamo per illustrarvi.

Il gruppo di neuroscienziati della Sissa(Scuola Superiore Internazionale di Studi Avanzati di Trieste) e dell’Università di Padova, hanno potuto stabilire, grazie a uno studio minuzioso, se il bambino/bambina che nascerà sarà destrimane o mancino. Sono partiti osservando 29 bambini nel grembo materno alla quattordicesima, diciottesima e ventiduesima settimana. Venti minuti di ecografia hanno registrato i movimenti delicati delle mani verso la bocca e gli occhi o i pugni più duri dati alla pancia della mamma.

Spiega Valentina Parma, ricercatrice della Sissa specializzata in Neuroscienze Cognitive: “A partire dalla diciottesima settimana gli occhi vengono identificati come organi delicati. I movimenti sono più lenti e precisi. La mano più utilizzata in prevalenza è quella che in futuro diventerà la mano preferita”. Umberto Castiello dell’Università di Padova, coautore dello studio apparso su Scientific Reports, aggiunge un elemento importante: “Non tutte le differenze nei gesti sono apprezzabili a occhio nudo. Abbiamo dovuto mettere a punto un software(cioè un programma) per apprezzare velocità e accelerazione dei movimenti dei bimbi”.

Ovviamente, se non viene fatta l’osservazione in gravidanza, per scoprire se il bimbo sarà mancino oppure no, occorrerà aspettare l’età dei primi disegni.

Valentina Parma spiega: “Con il nostro studio abbiamo osservato che il sistema motorio si sviluppa molto presto nella gestazione. Ma dopo la nascita avviene una sorta di reset. La coordinazione dei movimenti deve riorganizzarsi completamente. Il passaggio dal liquido amniotico a un ambiente dominato dalla forza di gravità impone al bambino un nuovo sforzo di apprendimento. La prevalenza della destra o della sinistra riapparirà con chiarezza solo dopo diversi anni”.

I bimbi osservati nel pancione della mamma dieci anni fa, sono stati visitati nuovamente dai ricercatori oggi, a 9 anni, con i seguenti risultati: i quattro che risultavano mancini in utero si sono confermati tali anche dopo aver imparato a scrivere. A questo proposito la ricercatrice Parma aggiunge: “Abbiamo notato – che esistono destrimani e non destrimani. In questo secondo gruppo si trova una grande varietà di sfumature. C’è chi scrive con la sinistra ma si lava i denti, calcia o tira una palla con la destra. Solo una piccola parte dei non destrimani è veramente mancina, cioè fa tutto con la sinistra”.

Di mani, ma non solo, si occupano le osservazioni dei ricercatori di Padova e Trieste. Spiega Castiello: “Già a 14 settimane i bambini cominciano ad avere coscienza dell’altro e a mettere in atto un comportamento sociale”. Esistono meccanismi precoci, ancestrali riconducibili alla genetica: la prevalenza di una mano rispetto all’altra compare presto, sia nella storia individuale sia nella storia collettiva della nostra specie. “Ed esiste – conclude Castiello – in molte specie animali, anche lontanissime dall’uomo”.

Fonte immagine: http://www.tecnologia-ambiente.it

 

Annapaola Di Ienno

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Instagram @ Vortici
  • Ma le periferie esistono davvero? Forse qualcuno di voi, leggendo il titolo di quest’articolo, ha pensato che la risposta alla domanda in esso contenuta sia scontata. Molto spesso, in effetti, capita di vedere che, nelle nostre città, le zone sono ben distinte, tra quelle più ricche, sicure, colorate e quelle invece più degradate, che appaiono scolorite e povere. Leggi su vortici.it
  • Le giornate d'Autunno alla scoperta di un'Italia bellissima. Leggi su vortici.it
  • Il ruolo della luce nella medicina rigenerativa. Leggi su vortici.it
  • Immagine di Instagram
  • La scadenza del copyright e le sue bellissime conseguenze per gli autori del 900’
Per saperne di più:
http://vortici.it/la-scadenza-del-copyright-e-le-sue-bellissime-conseguenze-per-gli-autori-del-900/
  • Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Riscaldamento in casa con stufe a pellet? Sì, ma…
Per saperne di più:
http://vortici.it/riscaldamento-in-casa-con-stufe-a-pellet-si-ma/
  • Articolo su antitruffa
Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi