Internazionale Società

Tor Vergata in un sabato ricco di gratitudine da tutte la Nazioni

mercoledì, maggio 9, 2018
Tor Vergata in un sabato ricco di gratitudine da tutte la Nazioni

Ci sono giornate in cui ti rendi conto che davvero nel mondo ci sono persone che, pur in mezzo a tante difficoltà, vivono un sentimento tanto forte quanto oramai apparentemente in disuso: la gratitudine. Giornate in cui, da un luogo fortemente carico di significato, parte un “grazie” che in realtà arriva da tutto il mondo. Il Campus dell’Università romana di Tor Vergata ha espresso questo sentimento sabato scorso, quando tantissime persone provenienti davvero da tutte le Nazioni si sono riunite per un ringraziamento rivolto a Dio e a chi per quelle persone ha scelto di spendere letteralmente la vita. All’incontro di Papa Francesco con i membri del Cammino Neocatecumenale, in festa per il Cinquantesimo anniversario della sua nascita, davvero non potevamo mancare noi di Vortici.it, rapiti ancora, mentre scriviamo, dall’emozione provata nel vedere le tante persone di tutte le età, lingue, popoli e Nazioni che si sono incontrate proprio nel luogo in cui, 18 anni fa, i giovani, in una memorabile Giornata Mondiale della Gioventù, si strinsero attorno a San Giovanni Paolo II. Un altro Papa è stato con le persone riunitesi sabato. Papa Francesco ha fatto il giro di tutto il Campus, visibilmente emozionato. Il Pontefice ha benedetto le croci e le ha consegnate ai responsabili 34 nuove missio ad gentes che porteranno il Vangelo nelle varie parti del mondo. Inoltre, il Papa ha inviato alcune comunità neocatecumenali delle parrocchie di Roma a portare la loro missione di fede e di aiuto nelle periferie della Capitale, come del resto già accade nelle periferie tante città, dove laici e sacerdoti sono impegnati far rinascere concretamente la speranza.

Sono le 7,30 del mattino e siamo già nell’area di accesso di Tor Vergata. Abbiamo viaggiato tutta la notte e siamo in fila perchè le forze dell’ordine controllano borse e zaini dei pellegrini. Ecco allora partire spontaneamente i canti, vera e propria colonna sonora del Cammino Neocatecumenale. L’allegria coinvolge tutti e, se chiedi il motivo, la risposta è sempre la stessa: “L’Amore di dio ha cambiato le nostre vite”. In tanti raccontano che hanno sperimentato questo Amore all’interno della comunità, con persone diverse per cultura, posizione sociale, mentalità: “Il Signore ha cambiato la mia vita” ci dice il polacco Piotr. “Ero – aggiunge – un egoista, un superbo. Ma l’Amore ha cambiato la mia vita, quelle di mia moglie e dei miei cinque figli”. Piotr si dice convinto che il Signore è morto per lui per dargli una vita nuova e racconta che questa notizia lo ha spinto ad entrare in una comunità e sperimentare proprio la possibilità di uscire dall’egoismo.

Facciamo appena in tempo ad ascoltare il suo racconto che già un altro intervento rapisce la nostra attenzione: sul palco sale infatti il prof. Giuseppe Novelli, Magnifico Rettore dell’Università di Tor Vergata, che saluta tutti con queste parole:

La parola passa poi a chi ha vissuto questi 50 anni di Cammino Neocatecumenale: padre Mario Pezzi e Kiko Arguello. Se il primo ringrazia il Signore, il secondo dà una catechesi e chiama ancora ad  aprirsi a quello che la Chiesa da sempre chiama Kerygma, parola greca con cui si indica, nella Bibbia, la risurrezione di Cristo ed il suo essere Signore e Dio. Proprio per questo, secondo Kiko, la fede, cioè l’accoglienza di Cristo, può far passare ognuno di noi dalla tristezza alla gioia. Nel parlarne l’iniziatore del Cammino Neocatecumenale prende spunto da quella che chiama la separazione dell’uomo da Dio:

Mentre Kiko, parla, tutti ascoltano e riflettono. Ma l’attesa è palpabile e, quando, nel Campus di Tor Vergata, arriva Papa Francesco, la gioia diventa esplosiva. Il Papa saluta tutti e benedice, si fa presentare le Nazioni presenti da Kiko, ascolta il Vangelo e pronuncia la sua omelia, che il quotidiano della Cei Avvenire definisce addirittura “una piccola enciclica sull’evangelizzazione”, da leggere secondo noi di Vortici.it, integralmente, sentendosi coinvolti tutti in prima persona, perchè in fondo è un grande invito a vivere sul serio nell’amore. Eccone dunque il testo, da leggere e meditare: http://w2.vatican.va/content/francesco/it/speeches/2018/may/documents/papa-francesco_20180505_50anniversario-camminoneocat.html

Quell’invito a non fare “trasferte ridotte o viaggi rimborsati”, a camminare insieme, “senza isolarsi e senza imporre il proprio senso di marcia”, ad attrarre con la vita, suscita interrogativi e, al tempo stesso, speranze perchè ci sono tanti motivi per ringraziare, tante persone che hanno cominciato una vita nuova. Dice il Papa: “È molto bello questo: ringraziare Dio per il suo amore e per la sua fedeltà. Spesso lo ringraziamo per i suoi doni, per quello che ci dà, ed è bene farlo. Ma è ancora meglio ringraziarlo per quello che è, perché è il Dio fedele nell’amore. La sua bontà non dipende da noi. Qualsiasi cosa facciamo, Dio continua ad amarci fedelmente. Questa è la fonte della nostra fiducia, la grande consolazione della vita. Allora coraggio, non contristatevi mai! E quando le nubi dei problemi sembrano addensarsi pesantemente sulle vostre giornate, ricordatevi che l’amore fedele di Dio splende sempre, come sole che non tramonta. Fate memoria del suo bene, più forte di ogni male, e il dolce ricordo dell’amore di Dio vi aiuterà in ogni angustia”.

La celebrazione finisce e torniamo a casa. Non è finita però la giornata perchè i fratelli venuti dall’estero vengono ospitati nelle case degli italiani, che aprono le porte delle loro abitazioni. Succede anche a Montesilvano, nella parrocchia di chi scrive, dove la sera di quest’indimenticabile sabato, si svolge l’Eucarestia praticamente bilingue, con un gruppo di croati. È la forma più alta di ringraziamento che la Chiesa conosca da sempre nella sua storia a sottolineare il sentimento di gratitudine che anima tutti, italiani e croati. È una vera e propria esultanza, una festa della gratitudine di cui davvero tutti avvertivamo il bisogno…

— Massimiliano Spiriticchio

Scrivi un commento

comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Instagram @ Vortici
  • La scadenza del copyright e le sue bellissime conseguenze per gli autori del 900’
Per saperne di più:
http://vortici.it/la-scadenza-del-copyright-e-le-sue-bellissime-conseguenze-per-gli-autori-del-900/
  • Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Riscaldamento in casa con stufe a pellet? Sì, ma…
Per saperne di più:
http://vortici.it/riscaldamento-in-casa-con-stufe-a-pellet-si-ma/
  • Articolo su antitruffa
Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Dialoghi "Conversazioni sulla natura dell'universo"
Per saperne di più:
http://vortici.it/un-nuovo-modo-di-leggere-la-scienza-e-la-fisica/
  • Una lingua antica può salvare il patrimonio intellettuale e culturale odierno…
http://vortici.it/una-lingua-antica-puo-salvare-il-patrimonio-intellettuale-e-culturale-odierno/
  • Sfiorar l’anima
http://vortici.it/sfiorar-lanima/
  • Il fenomeno dell’immigrazione raccontato ai bambini
Un libro di Carlo Marconi
http://vortici.it/il-fenomeno-dellimmigrazione-raccontato-ai-bambini/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi