La Buona Scienza Scienze Tecnologia

Quando il web diventa cura e non dipendenza…

martedì, maggio 23, 2017
Quando il  web diventa cura e non dipendenza…

La rivista Vortici prova a far emergere dei mondi piccoli, strani, apparentemente insignificanti, sempre alla ricerca di buone notizie.
Questa volta chi vi scrive (almeno inizialmente) è stata guidata non dalla curiosità ma da una strana parola giapponese: hikikomori.
Il termine indica i ritirati sociali o autoreclusi e descrive un fenomeno noto in Giappone fin dal 1980 ma che negli ultimi anni è comparso anche in Italia, ed è considerata un’epidemia silente che in pochi sanno riconoscere e curare.
Per capirne di più mi affido alle spiegazioni esaurienti di Matteo Lancini, psicoterapeuta che da anni cura i ragazzi italiani afflitti da questo male di vivere.
“È una forma estrema di protesta sociale, un grido di dolore che nasce dal non sentirsi adeguati ai propri coetanei, incompresi a scuola, schiacciati dalla competizione”.
“A questi ragazzi ipersensibili, spesso intelligentissimi, il ritiro dal contesto sociale sembra l’unica salvezza da un mondo esterno che li fa soffrire”.
Una ricerca recente ha stabilito che gli hikikomori italiani sono oltre centomila e giovanissimi di età.
Sono gli adolescenti le vittime di questo isolamento subdolo che trova nella rete internet non solo un unico ponte di comunicazione ma, addirittura, in positivo un’ancora di salvezza.
Lo sa bene il giovane psicologo sociale, Marco Crepaldi, che nel 2013 ha fondato il sito “ Hikikomori Italia”, subito sommerso da richieste d’aiuto(http://www.hikikomoriitalia.it/).
Per contrastare questo fenomeno definito da Crepaldi stesso “un’emergenza sociale, finora senza risposta”, Lancini indica una strada da intraprendere con coraggio.
Alla domanda: come li curiamo? risponde: “Entrando nel loro dolore con la psicoterapia[…] e poi cercando con infinita pazienza ogni strumento che li tiri fuori dalla autoreclusione. Per i ragazzi che giocano su Internet si sfrutta il rapporto virtuale con gli altri gamer(giocatori), che a volte organizzano incontri per conoscersi dal vivo”.
Un elemento importante è innegabile la rete e i social, da tutti noi etichettati spesso e non a torto in malo modo, in questo caso diventano una necessità positiva per tutte queste persone che si sentono emarginate.
Genitori autorevoli e Internet formano un connubio perfetto per ottenere nel tempo una guarigione completa.

Immagine: Emoticon con un tablet pc
Fonte: https://it.123rf.com

— Annapaola Di Ienno

Scrivi un commento

comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Instagram @ Vortici
  • La scadenza del copyright e le sue bellissime conseguenze per gli autori del 900’
Per saperne di più:
http://vortici.it/la-scadenza-del-copyright-e-le-sue-bellissime-conseguenze-per-gli-autori-del-900/
  • Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Riscaldamento in casa con stufe a pellet? Sì, ma…
Per saperne di più:
http://vortici.it/riscaldamento-in-casa-con-stufe-a-pellet-si-ma/
  • Articolo su antitruffa
Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Dialoghi "Conversazioni sulla natura dell'universo"
Per saperne di più:
http://vortici.it/un-nuovo-modo-di-leggere-la-scienza-e-la-fisica/
  • Una lingua antica può salvare il patrimonio intellettuale e culturale odierno…
http://vortici.it/una-lingua-antica-puo-salvare-il-patrimonio-intellettuale-e-culturale-odierno/
  • Sfiorar l’anima
http://vortici.it/sfiorar-lanima/
  • Il fenomeno dell’immigrazione raccontato ai bambini
Un libro di Carlo Marconi
http://vortici.it/il-fenomeno-dellimmigrazione-raccontato-ai-bambini/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi