studio oculistico Dottor Pollio Chieti
Cultura Libri Consigliati Lifestyle Società

Le persone autistiche tra racconti, aneddoti e diritti

giovedì, maggio 9, 2019
Le persone autistiche tra racconti, aneddoti e diritti

Ci sono racconti intrisi di un’umanità talmente vera che chi li espone fa di tutto per sfuggire dalla retorica e portarci sul terreno della realtà concreta della vita quotidiana, ma, proprio facendo questo, riesce a farcene assaporare sia i lati piacevoli sia quelli che lo sono meno in maniera tale che anche questi ultimi sembrino meno negativi. Gabriella La Rovere è una dottoressa, ma è anche una nostra collega giornalista e soprattutto è madre di Benedetta. Ha deciso di scrivere un libro dal titolo davvero eloquente: Mi dispiace, suo figlio è autistico. Lo ha fatto prendendo spunto dall’esperienza sua come madre cui è stata fatta questa diagnosi riguardante la figlia, come operatrice sanitaria e come persona che incontra tante famiglie alle prese con difficoltà legate a ciò che Gabriella (che chiamiamo per nome per la grande familiarità con cui si pone nei confronti di tutti) definisce neurodiversità e disturbi cognitivi. Noi di Vortici.it l’abbiamo conosciuta in un incontro che si è svolto alla Fondazione Papa Paolo VI a Pescara: “I genitori che vivono queste situazioni vanno sostenuti” ha detto presentando il suo libro. “Quando ero una ragazzina e vivevo a Tropea, venivo controllata da tutto il paese. Oggi invece ci disinteressiamo degli altri. Ci dimentichiamo che questi ragazzi sono persone, non malattie con le gambe! Hanno diritti. Ne hanno anche sull’inclusione scolastica!” Gabriella è stata molto appassionata nel raccontare aneddoti e fare osservazioni, come quando ha sottolineato che determinati comportamenti delle persone autistiche che creano imbarazzo sono solo espressioni per manifestare la difficoltà, ad esempio, nel seguire a scuola lezioni di discipline teoriche che per loro risultano incomprensibili: “Non lamentiamoci in questi casi, ma chiediamoci che abbiamo fatto noi per coinvolgere” ha affermato Gabriella sottolineando che gli autistici hanno diritto anche di chiedere e che i genitori devono essere considerati esperti del loro figlio: “Troppo spesso – ha avvertito – succede che le loro segnalazioni su comportamenti dei figli da loro ritenuti anomali vengano tralasciate dai medici e non verificate”.

Ma, per Gabriella, tra i diritti, ce n’è uno che vale più degli altri: quello ad essere felici: “Anche i pluriminorati capiscono – ha affermato – e devono sentirsi parte della società”. A questo punto un lettore ha interpretato un racconto inserito nel capitolo 8 del libro. Vi invitiamo fortemente ad ascoltarlo con noi:

“Questo episodio lo leggono sempre” ha detto Gabriella notando che colpisce davvero tutti. “Noi genitori di persone con neurodiversità abbiamo sempre un piano B” ha aggiunto raccontando altri aneddoti, come quello della vacanza prenotata in un villaggio con tanto di pediatra a disposizione, che però aveva troppi stimoli per Benedetta, costretta con la madre ad un precipitoso ritorno a casa. “A volte andiamo per tentativi ed errori. Alcune cose ci vanno male, anche quando le prepariamo nel dettaglio” ha commentato Gabriella, raccontando un altro episodio:

L’attenzione della giornalista, scrittrice e mamma si è soffermata poi su un altro aspetto che, in una società sempre più interconnessa come la nostra, recita inevitabilmente un ruolo anche nella vita delle persone autistiche: i social network: “Facebook ha dato una grossa mano ai genitori, in mancanza spesso di gruppi di auto mutuo aiuto” ha spiegato Gabriella per poi usare un’espressione tipica del grandissimo Alberto Sordi e dire che però “proprio lì ci sono i birbaccioni” per poi raccontare episodi legati ad alcune dinamiche che si sono anch’esse manifestate proprio sulla Rete:

Gabriella ha poi concluso sostenendo che ai figli con neurodiversità è bene far fare le stesse cose che si farebbero fare ad uno che non ne ha, portandoli, ad esempio, a calcio, a praticare arte, insomma a scoprire e seguire i propri interessi e le proprie passioni. Ecco cosa fa oggi e come in sintesi ci è arrivata sua figlia Benedetta:

Quello di Gabriella La Rovere è stato insomma un racconto carico, come il suo libro, di spunti interessanti e di una ricca sceneggiatura, tanto da spingere l’arcivescovo di Pescara – Penne, S. E. mons. Tommaso Valentinetti, a ripetere una frase che spesso dice: “Dio ci ha creato per una vita bella, buona e felice, come quella che ha vissuto sulla Terra Gesù Cristo. Questo – ha aggiunto il presule – vale per tutti, anche per le persone autistiche”.

È stata dunque quella che potremmo definire una speranza concreta a caratterizzare la mattinata vissuta con Gabriella La Rovere. Al termine lo spazio è andato alle sue sensazioni tra presente e futuro riguardo alla figlia, tratte dal libro e scritte davvero “a cuore aperto”:

 

— Massimiliano Spiriticchio

Scrivi un commento

comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Instagram @ Vortici
  • La scadenza del copyright e le sue bellissime conseguenze per gli autori del 900’
Per saperne di più:
http://vortici.it/la-scadenza-del-copyright-e-le-sue-bellissime-conseguenze-per-gli-autori-del-900/
  • Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Riscaldamento in casa con stufe a pellet? Sì, ma…
Per saperne di più:
http://vortici.it/riscaldamento-in-casa-con-stufe-a-pellet-si-ma/
  • Articolo su antitruffa
Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Dialoghi "Conversazioni sulla natura dell'universo"
Per saperne di più:
http://vortici.it/un-nuovo-modo-di-leggere-la-scienza-e-la-fisica/
  • Una lingua antica può salvare il patrimonio intellettuale e culturale odierno…
http://vortici.it/una-lingua-antica-puo-salvare-il-patrimonio-intellettuale-e-culturale-odierno/
  • Sfiorar l’anima
http://vortici.it/sfiorar-lanima/
  • Il fenomeno dell’immigrazione raccontato ai bambini
Un libro di Carlo Marconi
http://vortici.it/il-fenomeno-dellimmigrazione-raccontato-ai-bambini/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi