studio oculistico Dottor Pollio Chieti
Il Gusto Della Scienza La Buona Scienza Media Scienze WebTv

Le particelle ballano il Tango…

lunedì, marzo 11, 2019
Le particelle ballano il Tango…

Nel linguaggio scientifico odierno, l’atomo è la particella più piccola di un elemento che rimane inalterata in ogni passaggio o reazione chimica. Dunque è chimicamente inalterabile, indivisibile e indistruttibile, mentre può subire trasformazioni fisiche, come: disintegrazione, trasformazione in altri atomi, a tal proposito basta ricordare i processi di eccitazione, fissione ecc. Ed è proprio questo suo aspetto fisico che prendiamo in considerazione questa settimana.

Per capire meglio di cosa stiamo parlando vi proponiamo il video: Le particelle ballano il tango, sulla nostra web Tv  nella sezioneIl Gusto della Scienza.

Come in un tango, le particelle che costituiscono il nucleo degli atomi si avvicinano fino a sovrapporsi brevemente per poi respingersi con forza, ma se le particelle sono libere, si comportano in modo molto diverso e i mattoncini che le costituiscono, i quark, fanno la stessa cosa. In fisica lo ricordiamo, i quark sono le particelle costituenti gli adroni, cioè le particelle soggette a interazione forte, come viene spiegato in maniera semplice in questo video: PARTICELLE ELEMENTARI: quante sono? , che troverete nella sezione: Il Gusto della Scienza, sul nostro canale Vortici WebTv.

Ma torniamo alle particelle e al loro essere tanguero(ricordiamo che in spagnolo significa ballerino di tango). La scoperta di questo meccanismo è un tassello fondamentale per comprendere la costituzione della materia. La ricerca pubblicata sulla rivista Nature, si deve a un esperimento condotto negli Stati Uniti, grazie all’acceleratore Cebaf del Jefferson Laboratory e all’importante contributo dell’Italia, attraverso l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn).

L’esperimento, chiamato Clas, risolve un mistero che dura da ben trentacinque anni. Era, infatti, il 1984 quando l’European Muon Collaboration (Emc) scopriva che i quark che compongono le particelle che costituiscono il nucleo degli atomi, ossia i protoni e i neutroni, si comportano in modo diverso rispetto ai quark che compongono protoni e neutroni liberi, ossia che non fanno parte di un nucleo. Da allora questo fenomeno era rimasto senza una spiegazione.

“Quello che pensiamo stia succedendo è che nelle coppie correlate si crei una forte sovrapposizione dei protoni e neutroni, il che dà ai quark al loro interno più spazio per muoversi e li porta a muoversi più lentamente”, sostiene il primo autore della ricerca, il fisico Barak Schmookler, della Stony-Brook University di New York. Una sorta di danza che racconta come: “la struttura interna dei protoni e dei neutroni si modifica quando queste particelle si aggregano formando coppie correlate”, commenta Raffaella De Vita, della Sezione di Genova dell’Infn e portavoce della Collaborazione Clas.

Per il vicepresidente dell’Infn, Antonio Masiero, si risolve così: “uno dei più misteriosi, e tuttora solo parzialmente esplorati, territori della costituzione della materia”. Nel Jefferson Laboratory, lo ricordiamo, lavorano circa 70 ricercatori di 11 strutture dell’Infn, riuniti nella collaborazione Jlab12 e molti di essi ricoprono sia ruoli di responsabilità che di coordinamento.

Alla sottoscritta in realtà piace pensare che queste particelle non ballino un semplice Tango… ma una Milonga…

Immagine di copertina: L’atomo (Pixabay)

Fonte video: http://www.webtv.vortici.it/

— Annapaola Di Ienno

Scrivi un commento

comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Instagram @ Vortici
  • La scadenza del copyright e le sue bellissime conseguenze per gli autori del 900’
Per saperne di più:
http://vortici.it/la-scadenza-del-copyright-e-le-sue-bellissime-conseguenze-per-gli-autori-del-900/
  • Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Riscaldamento in casa con stufe a pellet? Sì, ma…
Per saperne di più:
http://vortici.it/riscaldamento-in-casa-con-stufe-a-pellet-si-ma/
  • Articolo su antitruffa
Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Dialoghi "Conversazioni sulla natura dell'universo"
Per saperne di più:
http://vortici.it/un-nuovo-modo-di-leggere-la-scienza-e-la-fisica/
  • Una lingua antica può salvare il patrimonio intellettuale e culturale odierno…
http://vortici.it/una-lingua-antica-puo-salvare-il-patrimonio-intellettuale-e-culturale-odierno/
  • Sfiorar l’anima
http://vortici.it/sfiorar-lanima/
  • Il fenomeno dell’immigrazione raccontato ai bambini
Un libro di Carlo Marconi
http://vortici.it/il-fenomeno-dellimmigrazione-raccontato-ai-bambini/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi