Cultura curiosità Internazionale Redazione

La scadenza del copyright e le sue bellissime conseguenze per gli autori del 900’

lunedì, gennaio 7, 2019
La scadenza del copyright e le sue bellissime conseguenze per gli autori del 900’

A volte capita, che alcune notizie interessanti(come in questo caso), passino in secondo piano.  La redazione di Vortici Magazine è sempre lieta di poter dare il giusto spazio a notizie(forse) piccole… ma comunque importanti e non certo prive d’interesse.

A questo proposito prepariamoci ad accogliere una Buona Rivoluzione,  che porterà unicamente benefici per la collettività e la cultura.

Il 2019 segnerà certamente l’anno di svolta per molti grandi scrittori del Novecento: i libri di autori celebri, da Thomas Mann a Marcel Proust, Agatha Christie e D.H. Lawrence, ma anche “I Dieci Comandamenti” di Cecil B. De Mille, “Il Pellegrino” di Charlie Chaplin e le composizioni di Bela Bartok, per citare solo alcuni esempi, saranno a disposizione di tutti, senza più alcun vincolo in fatto di diritti di ogni sorta.

Per migliaia di opere decadranno progressivamente, le protezioni legali che finora le tenevano vincolate, a case editrici o a eredi, a colpi di diritti d’autore e controllo creativo. Un terremoto destinato ad avere delle profonde conseguenze nel mondo dell’editoria, perché permetterà, tra l’altro, di creare nuove opere basate sui classici, senza che i nuovi autori diventino bersaglio di cause legali per la violazione del copyright. Tutto questo accadrà perché dal primo Gennaio, è di fatto scaduta la proroga ventennale del copyright approvata nel 1998 dal Congresso americano.

La legge, battezzata dagli scettici “il Mickey Mouse Protection Act”, è nata per favorire la lobby della Disney per preservare i diritti di autore fino al 2024 (“Steamboat Willie”, il primo film di Topolino, aveva allungato i termini del copyright per le opere pubblicate tra 1923 a 1977 da 75 a 95 anni dalla pubblicazione, congelandone di fatto la proprietà).

Le cose cominceranno lentamente a cambiare proprio da quest’anno: ogni primo Gennaio un nuovo gruppo di classici diventerà patrimonio culturale comune, rendendo nell’arco di pochi anni ampiamente disponibili, i frutti della creatività di autori come: F. Scott Fitzgerald, William Faulkner, Ernest Hemingway, Virginia Woolf.
Alla luce di quanto descritto, una volta divenuto di dominio pubblico, un libro potrà essere riprodotto, stampato, prodotto in audio libro o in edizione digitale su Amazon, persino modificato, è  accaduto nel 2002 con il best-seller “Orgoglio e Pregiudizio”, adattato per il teatro o il cinema senza problemi riguardo i diritti d’autore.

Google Books dal canto suo(premettendo che ha già cominciato la scansione  da anni), pubblicherà intere edizioni complete digitali di opere uscite nel 1923 tra cui “Tarzan e il Leone d’Oro” di Edgar Rice Burroughs e “Un Figlio al Fronte” di Edith Wharton.

Altri scrittori coinvolti in questa svolta epocale saranno: Willa Cather, Joseph Conrad, P.G. Woodhouse, Rudyard Kipling e Robert Frost.

Concludo con una curiosità che mi ha stupito: nel 1923 oltre 130 mila opere creative furono registrate per il copyright, tra queste “Il Grande Romanzo Americano” di William Carlos Williams, ma per la maggior parte dei casi – afferma al New York Times John Ockerbloom, esperto di diritti digitali alla University of Pennsylvania – i diritti d’autore non furono rinnovati dopo la prima volta.

Immagine di copertina: Pixabay

— Annapaola Di Ienno

Scrivi un commento

comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Instagram @ Vortici
  • La scadenza del copyright e le sue bellissime conseguenze per gli autori del 900’
Per saperne di più:
http://vortici.it/la-scadenza-del-copyright-e-le-sue-bellissime-conseguenze-per-gli-autori-del-900/
  • Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Riscaldamento in casa con stufe a pellet? Sì, ma…
Per saperne di più:
http://vortici.it/riscaldamento-in-casa-con-stufe-a-pellet-si-ma/
  • Articolo su antitruffa
Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Dialoghi "Conversazioni sulla natura dell'universo"
Per saperne di più:
http://vortici.it/un-nuovo-modo-di-leggere-la-scienza-e-la-fisica/
  • Una lingua antica può salvare il patrimonio intellettuale e culturale odierno…
http://vortici.it/una-lingua-antica-puo-salvare-il-patrimonio-intellettuale-e-culturale-odierno/
  • Sfiorar l’anima
http://vortici.it/sfiorar-lanima/
  • Il fenomeno dell’immigrazione raccontato ai bambini
Un libro di Carlo Marconi
http://vortici.it/il-fenomeno-dellimmigrazione-raccontato-ai-bambini/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi