curiosità Eventi Lifestyle Media Musica Redazione Società WebTv

Il 45 giri: settant’anni portati alla grandissima!

lunedì, aprile 8, 2019
Il 45 giri: settant’anni portati alla grandissima!

È indissolubilmente legato a un’epoca, alle canzonette, ai juke boxe, ai mangiadischi e alla storia della musica leggera. Parliamo di un oggetto preziosissimo: piccolo, maneggevole, leggero (io stessa ne ho una piccola collezione). È stato definito anche “un buco con due canzoni intorno”(una definizione che personalmente non mi piace e che ho riportato per dovere di cronaca). Nasce in America settant’anni fa, il piccolo disco in vinile che gira 45 volte in un minuto, motivo per cui si chiama così. Contiene due brani, ciascuno dei quali ha una durata massima di 4 minuti. Sul lato “A” è incisa la canzone più importante mentre sul lato “B” c’è un riempitivo, ovvero una seconda canzone, che, spesso, una volta sul mercato, riscuote un successo maggiore.
La nascita del 45 giri ha di per sè, una storia affascinante e noi di Vortici.it proviamo a raccontarvela(dando spazio anche alla sua evoluzione), poiché tutta la redazione non è appassionata solo di musica, ma è una fervida sostenitrice del suono puro del vinile. Svelata questa nostra piccola curiosità a voi lettori, torniamo alla nostra storia.

Nel 1948 il colosso discografico americano, Columbia annuncia la nascita del 33 giri che in un colpo solo cancella il 78 giri, la cui origine lontana risale, secondo le fonti storiche, addirittura all’immancabile e geniale Thomas Edison. Il microsolco in vinile, che soppianta la vecchia gommalacca, cambia il sistema di ascolto della musica, con apparecchi elettrici, puntine dedicate e senza rumori di fondo. Il disco può contenere fino a dieci brani, è comodo e fa risparmiare. Per la Columbia comincia così un periodo d’oro ma, secondo le notizie note, la casa discografica omette di registrare il brevetto e la Radio Corporation of America (Rca) ne approfitta.
Nel gennaio del 1949, brevetta un nuovo formato che deriva dal 33 giri e fa concorrenza al competitor. Nasce così il 45 giri, generato da una buffa equazione che cambia completamente la storia della musica della seconda metà del Novecento: settantotto meno trentatré uguale quarantacinque. Un formato che possiamo definire mediano: certamente più economico e pratico, che diventa in pochissimo tempo un prodotto di largo consumo, incentivando la domanda di musica e l’incremento delle vendite. Va da sé che le case discografiche investono nella ricerca di nuove voci, autori e musicisti.

In Italia i primi singoli a microsolco sono stampati a Milano nel 1952, ma l’anno che ne segna il decollo definitivo è il 1954.

La Ricordi incomincia a produrre i 45 giri e i primi dischi saranno quelli di: Jannacci, Gaber, Paoli e Vanoni. Da qui in poi, il piccolo disco nero con la copertina di carta (quest’ultima diviene un oggetto da collezione), accompagnerà la vita quotidiana di noi italiani fino agli anni 80’. In ogni casa si cominciano a comprare i dischi dei vincitori delle gare canore trasmesse dalla tv: Domenico Modugno, Gianni Morandi, Tony Renis, Massimo Ranieri, Mina, Patty Pravo, solo per citarne alcuni. Ad apprezzare il nuovo formato saranno innanzitutto i giovani che comprendono come una buona collezione di 45 giri apra loro le porte delle feste da ballo, del divertimento e non solo… A dar loro manforte arriva poi il mangiadischi, il giradischi portatile a batteria con piatto girevole, con testina e altoparlante integrato che consente di organizzare una festa ovunque ci si trovi.
Negli anni 80, il periodo glorioso del 45 giri comincia a declinare e la sua parabola si concluderà il 18 Agosto 1990, quando un accordo tra tutte le multinazionali del disco interrompe la produzione del piccolo disco che circolerà ancora fino al 1993, per poi cedere definitivamente il passo alle musicassette e ai CD.
Siamo lieti di confermarvi che il vinile dopo una pausa lunghissima è non solo tornato, ma come la fenice, è risorto alla grande! Del resto lo stanno dimostrando concretamente i più grandi artisti del nostro panorama musicale, scegliendo da un po’ di tempo pubblicare i loro album anche in vinile, in modo da farci riassaporare, se non addirittura conoscere nuovamente, la purezza del suono e la sua importanza. Davvero un bellissimo traguardo…
Prima di concludere l’articolo vi mostriamo come si costruisce oggi un disco in vinile e vi rimandiamo ad altri contributi interessanti e di approfondimento presenti nella sezione Lifestyle, della nostra Vortici WebTv.

 

Immagine di copertina e altre immagini: Pixabay

Fonte video: https://www.youtube.com

Come si realizzano i dischi in vinile(25 Luglio 2013)

Altri video di approfondimento di Vortici WebTv

— Annapaola Di Ienno

Scrivi un commento

comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Instagram @ Vortici
  • La scadenza del copyright e le sue bellissime conseguenze per gli autori del 900’
Per saperne di più:
http://vortici.it/la-scadenza-del-copyright-e-le-sue-bellissime-conseguenze-per-gli-autori-del-900/
  • Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Riscaldamento in casa con stufe a pellet? Sì, ma…
Per saperne di più:
http://vortici.it/riscaldamento-in-casa-con-stufe-a-pellet-si-ma/
  • Articolo su antitruffa
Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Dialoghi "Conversazioni sulla natura dell'universo"
Per saperne di più:
http://vortici.it/un-nuovo-modo-di-leggere-la-scienza-e-la-fisica/
  • Una lingua antica può salvare il patrimonio intellettuale e culturale odierno…
http://vortici.it/una-lingua-antica-puo-salvare-il-patrimonio-intellettuale-e-culturale-odierno/
  • Sfiorar l’anima
http://vortici.it/sfiorar-lanima/
  • Il fenomeno dell’immigrazione raccontato ai bambini
Un libro di Carlo Marconi
http://vortici.it/il-fenomeno-dellimmigrazione-raccontato-ai-bambini/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi