Informatica Società Tecnologia

Frodi, tranelli e raggiri sul web: stopparli si può…

giovedì, gennaio 10, 2019
Frodi, tranelli e raggiri sul web: stopparli si può…

Chi pensa che la fantasia sia poco di moda ultimamente, forse dovrebbe farsi un giro in un settore nel quale in tanti pensano di non essere mai inseriti e che invece annovera la presenza di molte persone. Parliamo delle truffe, e in particolare di quelle online, che si scatenano con la velocità e la pervasività che proprio il web consente di avere. Di solito è abbastanza semplice identificare un tentativo di avvicinamento da parte degli autori di questi raggiri: molti, ad esempio, hanno imparato a non aprire e – mail sospette o a non fidarsi di messaggi scritti in un italiano “maccheronico” e riconoscere i simboli contraffatti di varie agenzie ed Enti pubblici “taroccati”. Eppure cadere nelle trame di chi ordisce tali tranelli è tutt’altro che difficile. A volte può bastare davvero poco, anche perchè, come i marchi di abbigliamento ogni anno producono nuovi modelli e le case automobilistiche nuove vetture, allo stesso modo nascono varianti delle varie truffe e, a volte, vengono fuori nuovi tipi di tranelli che fanno in pochissimo tempo il giro del mondo. Se dunque, come facevo io fino a poco tempo fa, credete di non poter mai cadere in una di queste trappole, forse è il caso che ci pensiate bene prima di esserne così sicuri, perchè il momento “buono” per chi vuole approfittare di una vostra piccola debolezza potrebbe arrivare quando meno ve lo aspettereste. A mo’ di esempio citiamo due degli ultimi tentativi di truffe online. Il primo è quello di cui si sta occupando la Polizia Postale, che ha appena emesso un suo comunicato in cui avvisa che “in queste ore sta circolando in rete, via e-mail ed in particolare, all’interno di applicazioni di messaggistica istantanea, un falso messaggio con il quale la CONAD (che noi di Vortici.it citiamo perchè lo fa la Polizia) comunica la distribuzione di buoni sconto nei punti vendita o altri vantaggi economici, a coloro che attraverso un link trasmetteranno i propri dati personali. ATTENZIONE: Si tratta di messaggi ingannevoli; si raccomanda pertanto di non seguire alcun link”. Seguono alcuni consigli su cosa fare con il vostro dispositivo per evitare problemi tecnici molto spiacevoli se siete venuti a contatto con questo tentativo di “aggancio” truffaldino. Il secondo caso è invece quello capitato a molti che, su vari siti di annunci online, dopo averne pubblicato uno per vendere determinate cose, sono stati contattati da qualcuno che diceva di scrivere dal Burkina Faso o da un Paese confinante e si mostrava interessato all’acquisto, salvo poi, alla risposta positiva del venditore, chiedere di cancellare l’annuncio, avvisare che il giorno seguente sarebbe andato in banca a fare il bonifico e avvisare lo stesso venditore, per l’appunto il giorno dopo, tramite un messaggio che “dovrebbe” arrivare dalla banca, che la transizione del denaro è avvenuta, ma attraverso un servizio di Money Transfer che rende impossibile sapere chi ha mandato il denaro e con la condizione che, per riceverlo, si deve in realtà pagare una certa somma (ovviamente, con ogni probabilità, senza ricevere poi nemmeno un centesimo). In quest’ultimo caso vi posso personalmente assicurare che il desiderio di vendere l’oggetto che si è deciso di cedere è tale che magari non si pensa di poter incappare in una truffa e si giustifica l’italiano improbabile che il presunto “compratore” usa con il fatto che si tratta di uno straniero.

Però difendersi dalle mille forme di truffa o raggiro online è possibile grazie ad alcune accortezze e all’azione di quanti operano nel contrasto a questo tipo di attività. Che fare dunque? Innanzitutto navigare e (perchè no?) registrarsi sul sito della Polizia Postale per essere sempre aggiornati sulle azioni intraprese da questa sezione speciale delle forze dell’ordine, poter segnalare casi sospetti ed essere informati costantemente sui pericoli che girano in rete e non solo. Il sito offre anche un’interessante panoramica su tutte le tipologie di attacchi online e sui nomi utilizzati per identificarli. Scorrendo le sue pagine si scopre anche l’intensa attività messa in campo contro l’attività terroristica e la pedopornografia su Internet. Sul suo sito la Polizia Postale ha di recente pubblicato anche un rapporto sull’attività svolta nel suo ultimo anno, scrivendo tra l’altro: “Le truffe on line sono in continua crescita: nel 2018 la Specialità ha denunciato 3355 persone, ne ha arrestato 39, ha sequestrato 22.687 spazi virtuali, ha ricevuto e trattato circa 160.000 segnalazioni di truffe o tentate truffe. Significativa l’attività svolta sulle cosiddette frodi delle assicurazioni. Questa tipologia di truffa viene commessa attraverso la commercializzazione di polizze assicurative mediante la creazione di portali, in taluni casi con riproduzioni di pagine web di compagnie note, sulle quali sono promosse polizze assicurative temporanee false, esercitando in tal modo l’attività di intermediazione assicurativa in difetto di iscrizione al registro degli intermediari assicurativi”.

Ma qualcuno di voi ora si chiederà: devo per forza ricorrere ai preziosi aiuti della Polizia per difendermi dalle insidie dei truffatori 2, 3 o 4.0? La risposta sta nel fatto che anche importanti portali che si occupano di compravendite online hanno messo in pedi sezioni dei loro siti in cui offrono informazioni e servizi di difesa dalle truffe ai propri clienti, come dimostrano le pagine di Amazon, subito.itEbay, solo per citarne alcune. Ogni operatore ha organizzato il servizio nel modo che ha ritenuto opportuno, anche in base alle esigenze manifestate dai propri clienti. D’altra parte è nell’interesse delle stesse aziende di compravendita dare quantomeno una mano al cliente nel poter individuare i truffatori o gli artefici di raggiri in agguato, perchè consumatori raggirati saranno più cauti la prossima volta, prima di frequentare un sito su cui abbiano subito un eventuale inganno. Peraltro va detto che non è facile per questi operatori controllare l’altissimo numero di operazioni che avvengono sui loro portali e, quindi, è fondamentale la collaborazione di noi utenti.

La necessità di una sempre maggiore tutela dei cittadini rispetto ai rischi che si corrono sul web e fuori da esso è testimoniata dalla quantità di associazioni di consumatori che, collaborando con le forze dell’ordine e coordinandosi tra loro, agiscono anche su questo fronte. Tra queste segnaliamo l’Associazione Contribuenti Italiani, attiva anche nella segnalazione di truffe online, così come tante altre realtà operanti nel settore, dal Codacons a Federconsumatori. Proprio l’attenzione sempre maggiore che queste associazioni hanno dato al settore dei pericoli che corrono lungo la Rete per quanto riguarda furti d’identità, raggiri per avere i nostri codici postali o bancari e, chiaramente, i nostri soldi, ha fatto sì che il livello di guardia anche delle Istituzioni si alzasse e si avvertisse l’esigenza di una sempre maggiore presenza anche sul web di controllori pacifici grazie ai quali Internet possa continuare ad essere per tutti noi un’opportunità di arricchimento culturale e sociale e non un covo di pericoli continui e di minacce dalle quali guardarsi bene e stare alla larga. Per questo le associazioni, presenti anche online insieme alle Istituzioni, insistono con un solo semplice messaggio diretto ai cittadini: “Collaborate con noi! Noi vi aiuteremo a difendervi da approfittatori e truffatori. Voi aiutateci a scovarli segnalando i casi sospetti”.

Qualcuno ha preso alla lettera quest’invito e ha deciso addirittura di pubblicare online un lungo elenco di truffatori, che potete consultare cliccando su questo link. 

 

 

— Massimiliano Spiriticchio

Scrivi un commento

comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Instagram @ Vortici
  • La scadenza del copyright e le sue bellissime conseguenze per gli autori del 900’
Per saperne di più:
http://vortici.it/la-scadenza-del-copyright-e-le-sue-bellissime-conseguenze-per-gli-autori-del-900/
  • Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Riscaldamento in casa con stufe a pellet? Sì, ma…
Per saperne di più:
http://vortici.it/riscaldamento-in-casa-con-stufe-a-pellet-si-ma/
  • Articolo su antitruffa
Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Dialoghi "Conversazioni sulla natura dell'universo"
Per saperne di più:
http://vortici.it/un-nuovo-modo-di-leggere-la-scienza-e-la-fisica/
  • Una lingua antica può salvare il patrimonio intellettuale e culturale odierno…
http://vortici.it/una-lingua-antica-puo-salvare-il-patrimonio-intellettuale-e-culturale-odierno/
  • Sfiorar l’anima
http://vortici.it/sfiorar-lanima/
  • Il fenomeno dell’immigrazione raccontato ai bambini
Un libro di Carlo Marconi
http://vortici.it/il-fenomeno-dellimmigrazione-raccontato-ai-bambini/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi