Sports

Europei di pallavolo: l’Italia non più piccola cerca un posto tra le Grandi

mercoledì, settembre 27, 2017
Europei di pallavolo: l’Italia non più piccola cerca un posto tra le Grandi

L’appuntamento è fissato per domani alle 16, quando in campo, a Baku, in Azerbaijan, ci saranno Italia e Olanda. Le due Nazionali si sfideranno nei quarti degli Europei di pallavolo femminile, che stanno vedendo le azzurre protagoniste. Le ragazze italiane stanno facendo ancora una volta innamorare tante giovani (e non solo loro) di questo sport, già peraltro molto seguito dagli italiani.

Nel girone del primo turno, al debutto, le ragazze guidate dal c. t. Mazzanti hanno subito fatto capire di voler essere ancora una volta tra le pretendenti ai posti migliori, sconfiggendo con un secco 3 – 0 una delle due squadre padrone di casa: la Georgia. Poi, nonostante una prova da molti definita sottotono, è comunque arrivato il 3 – 1 contro la Bielorussia. Nel terzo ed ultimo incontro del girone, la Egonu e le sue compagne si sono imposte per 3 – 2 sulla Croazia, in una gara che ha rivelato anche le incognite cui fare attenzione: se infatti, da un lato, l’Italia ha sofferto le assenze della schiacciatrice Lucia Bosetti (che non ha potuto giocare nemmeno una partita) e del libero Monica De Gennaro (vittima di problemi alla schiena nella gara contro la Bielorussia), dall’altro la squadra, in vantaggio di due set, si è vista raggiungere sul 2 – 2 per poi vincere al tie – break con il punteggio di 15 – 11.

Tra i punti di forza su cui l’Italia può contare c’è sicuramente il servizio: le nostre sono finora le migliori in questo fondamentale, tanto da aver collezionato una media per set di 2,6 aces, cioè servizi su cui gli le avversarie non hanno potuto far nulla. Soprattutto però è la percentuale dei punti conquistati in fase di attacco, calcolata sul totale delle palle giocate sempre in attacco, a vedere ancora le azzurre in testa alla classifica di questi Europei, con il 45%. In particolare, la Egonu è finora la terza miglior realizzatrice del torneo, avendo realizzato 76 punti. Questi numeri sulla carta, se paragonati con quelli dell’Olanda, lascerebbero ben sperare: le “tulipane” infatti hanno solo 1,6 aces per servizio e il 44% in attacco, percentuale buona, ma comunque inferiore a quella italiana. Le cose da rivedere però ci sono: l’assenza della De Gennaro si è fatta sentire, dato che in ricezione l’Italia ha numeri da metà classifica tra le partecipanti al torneo, mentre è terzultima addirittura per numero di punti conquistati in ricezione, anche se su questo dato pesa la partita in meno giocata dalle azzurre, che hanno vinto il loro girone e sono andate direttamente ai quarti. Guai dunque a considerare l’Olanda troppo debole per le azzurre, perchè la partita contro la Croazia dimostra che le pause nel gioco sono pericolose.

In ogni caso una piccola grande soddisfazione c’è: l’Italia è ancora tra le prime otto in Europa e le possibilità di giocare fino in fondo per il titolo continentale ci sono tutte. Ma c’è anche, nell’incontro di domani, una curiosità non da poco. Vi ricordate quando noi italiani eravamo tra i più bassi d’Europa? Quando norvegesi, svedesi e olandesi ci guardavamo dall’alto dei loro 10 o 20 centimetri in più? Ebbene, almeno a giudicare dalle statistiche di questi Europei femminili di pallavolo, quei tempi sono davvero lontani, perchè le azzurre Anna Danesi e Cristina Chirichella con il loro 1,95, sono al nono posto, insieme ad una giocatrice bulgara, nella classifica delle più alte, mentre non c’è traccia ai primi posti di tedesche e un’olandese è seconda con “soli” tre centimetri in più rispetto a loro. E se è una “tulipana” a murare più in alto (Lonneke Slöetjes sale fino a 3 metri e 15 centimetri), quando si tratta di volare per le schiacciate sono ben qurùattro le italiane che mettono le ali: Cristina Chirichella raggiunge i 3 metri e 20 centimetri, Sara Bonifacio i 3 metri e 24, Raphaela Folie i 3 metri e 27 e Paola Egonu addirittura i 3 metri e 26 centimetri. Proprio quest’ultima, oltre che prima in questa classifica, è seconda in quella delle giocatrici più giovani: la diciannovenne azzurra è di soli otto giorni più grande della georgiana Ann Kalandadze. Sarà un caso se è sempre la Egonu, accompagnata ai primi cinque posti da altre quattro italiane, è la giocatrice che fa registrare la differenza più elevata tra la sua altezza normale e quella che raggiunge quando va a schiacciare, con un salto misurato mediamente in 1 metro e 46 centimetri? Può anche darsi. Ma in fondo, in questa statistica, si può anche leggere un messaggio di cui, nello sport, è sempre bene tener conto: dal basso con un bel salto si può davvero arrivare in alto…

— Massimiliano Spiriticchio

Scrivi un commento

comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

Acconsento alla conservazione ed al trattamento dei miei dati personali, secondo le regole descritte nella Privacy area di Vortici.it, per inviare questo commento

Instagram @ Vortici
  • La scadenza del copyright e le sue bellissime conseguenze per gli autori del 900’
Per saperne di più:
http://vortici.it/la-scadenza-del-copyright-e-le-sue-bellissime-conseguenze-per-gli-autori-del-900/
  • Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Riscaldamento in casa con stufe a pellet? Sì, ma…
Per saperne di più:
http://vortici.it/riscaldamento-in-casa-con-stufe-a-pellet-si-ma/
  • Articolo su antitruffa
Per saperne di più:
http://vortici.it/frodi-tranelli-e-raggiri-sul-web-stopparli-si-puo/
  • Dialoghi "Conversazioni sulla natura dell'universo"
Per saperne di più:
http://vortici.it/un-nuovo-modo-di-leggere-la-scienza-e-la-fisica/
  • Una lingua antica può salvare il patrimonio intellettuale e culturale odierno…
http://vortici.it/una-lingua-antica-puo-salvare-il-patrimonio-intellettuale-e-culturale-odierno/
  • Sfiorar l’anima
http://vortici.it/sfiorar-lanima/
  • Il fenomeno dell’immigrazione raccontato ai bambini
Un libro di Carlo Marconi
http://vortici.it/il-fenomeno-dellimmigrazione-raccontato-ai-bambini/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. Acconsenti all'uso dei cookies di navigazione? maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi